Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime, di Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Privacy Policy Chiudi

Bleons - lenzuola

Teatro al Quadrato

con Lucia Linda e Claudio Mariot
regia di Maria Giulia Campioli
da un’idea di Maria Giulia Campioli e Claudio Mariot
disegno luci di Claudio Parrino
produzione teatroalquadrato 2015
Durata: 45 minuti
Adatto ad un pubblico: dai 4 anni in su

→ Guarda la scheda completa su Sonar

Teatro al Quadrato Teatro al Quadrato Teatro al Quadrato Teatro al Quadrato

Lo spettacolo

Ti leggo una storia?
No, giochiamo ancora un po’, ti prego…
Che barba i tuoi giochi…
Guarda qua!
Bello! Me lo regali?
Sì. E adesso leggimi il tuo libro.
Te lo leggo, però poi si dorme.
Il tuo letto è più bello del mio!…
Non è vero, sono uguali.
Allora perché il mio è brutto?
Non è brutto, è solo disordinato, perché tu ti giri e ti rigiri, ti giri e ti rigiri, ti giri e ti rigiri…
Va bene, ho capito… Aiutami a sistemarlo.
Adesso spegni la luce.
Ma io ho paura del buio… posso dormire con te?
No! E mi raccomando: non russare!
E tu non fare il sonnambulo!
…Dai, vieni qui, vicino a me. E adesso: buona notte!
Sogni d’oro.
Cosa vorresti sognare stanotte?
Farfalle, lucciole e alberi, poi il mare e le stelle… e tu?
Un avventura in barca: in mezzo al mare, poi arriva la tempesta e faccio naufragio…
C’è da morire di paura!
Morire sì… ma solo per sogno. Poi mi risveglio.

Due personaggi si preparano per andare a letto.
Un'operazione banale e quotidiana che si trasforma in un'impresa epica. Una lunga serie di gag da comiche del cinema muto accompagna la preparazione dei letti dei due protagonisti: Lui concreto e pratico, Lei goffa ed effervescente. Lo scherzo prosegue anche sulla luce: accesa, spenta, accesa, spenta. Si dorme.
Si sogna. Nell'onirica sinfonia del sonno profondo si passa, senza soluzione di continuità, da un paesaggio notturno di lucciole e gufi a un mare in tempesta, dalla comparsa di misteriose figure a pranzi luculliani.
La teoria dei sogni elabora vissuti e paure diurne, tra contenuto manifesto e contenuto latente ci si salva dalle onde del naufragio per poi morire di troppa sazietà.
Ma è solo un sogno: un viaggio onirico alla scoperta della poetica delle lenzuola che si srotola fino al canto del gallo e al sorgere del sole.