Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

FAVOLE SENZA FILI +1

FUNA

regia MARIANNA MOCCIA

anno 2021

attori MARIA ANZIVINO, CHIARA BARASSI, ALESSIA DI MAIO, VALERIA NAPPI, VIOLA RUSSO

scheda artistica
Cinque personaggi, imbrigliati all’interno di una mente che non riesce a dargli corpo e forma. Quattro personaggi fantastici, e un narratore in crisi, che li osserva e li detesta, che li cancella e li riscrive. Un narratore che si nasconde dietro le imperfezioni dei suoi personaggi che, nient’altro sono - come sempre accade in un processo creativo -, delle sue emanazioni. Il suo sguardo sul mondo. Ma la fantasia, si sa, ha le sue inafferrabili ragioni: quei personaggi, imperfetti e irrisolti esistono, solo per il fatto di essere stati scritti. Sono inizialmente involucri stilizzati che si muovono soltanto per necessità: ripercorrono la loro storia in modo sempre identico, senza uno scopo. Senza uno sforzo fantastico è per loro impossibile intraprendere nuove strade e iniziare nuove avventure...hanno bisogno di lettori, hanno bisogno di pubblico, hanno bisogno di qualcuno che creda ancora in loro. Non fanno caso l’uno all’altro, vivono nei gesti assoluti della loro più intima essenza: il tratto di chi li ha scritti, immaginandoli. Ma scrivere e immaginare un personaggio significa restituirlo al mondo, raccontarlo in ogni orecchio, lasciare che gli altri si specchino nella loro storia e che si compia il piccolo miracolo della fantasia. Ed è solo quando il narratore ha il coraggio di immergersi totalmente in quel mondo, imparando a dialogare con i suoi personaggi che si accende quella scintilla capace di generare nuovi mondi e nuovi altri ancora. Noi, li chiamiamo favole. FAVOLE SENZA FILI, perché crediamo che le storie - le favole - non dovrebbero mai avere briglie. +1 perché crediamo che le favole, quando le racconti, non sono mai sempre le stesse: perché ogni storia è fatta di qualcuno che racconta e qualcuno che ascolta, e quindi cambia continuamente. FAVOLE SENZA FILI +1 è la storia dello sforzo che il mondo immaginario richiede per essere abitato. Uno sforzo che riguarda tanto il Narratore quanto l’Ascoltatore, entrambi intesi anche come artista e spettatore. L’obiettivo principale è stato ricercare gli archetipi umani nascosti all’interno dei personaggi fantastici di Rodari, per esaltarne tanto la potenza quanto la fragilità. Ogni personaggio viene infatti esplorato sia nella sua singolarità, come individuo unico con un proprio obiettivo, sia nella sua collettività, dove riesce a elevarsi e a ritrovare una dimensione più profonda. Il Giovane Gambero, Alice Cascherina, Il Topo di Biblioteca e Il Gatto, in una prima parte, si muovono come imbrigliati nella necessità di esprimere esclusivamente il tratto di chi li ha scritti: sono esseri stilizzati e senza volontà. È nel momento in cui il Narratore entra in contatto con loro che sono capaci di evolversi e riescono ad esprimere la propria essenza. La commistione di linguaggi scelta, dalla danza al teatro di prosa e alla danza aerea, ha come obiettivo quello di coinvolgere lo spettatore in modo profondo, andando a stimolare la partecipazione con diversi mezzi espressivi.

Visualizza la scheda completa su SONAR