Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Cabiria. Mutata Sincronia

Teatro KappaO

regia Gianni Tudino

anno 2021

attori Ivano Salipante, Roberta Tafuri, Antonella Carpino, Vito Cardellicchio (percussioni), Gianni Tudino (sonorizzazioni)

scheda artistica
Uno spettacolo che incontra tracce e richiami da Flaubèrt, D’Annunzio e Pasolini, rielaborando totalmente il linguaggio filmico di Giovanni Pastore e di Federico Felleni, il tutto diventa “Altra”espressione, mettendo in relazione teatro, danza, musica e circo nella loro massima vivacità. Il gioco e la ricerca permettono di ampliare lo sguardo verso nuovi linguaggi innovativi grazie all'utilizzo di pedane sonore agite dai performer, "acqua e fuoco", diventano strumento "suonato" dal vivo, creando suggestioni, ambientazioni e nuove drammaturgie. Un nuovo modo per abitare e dare voce ai luoghi. Come spesso accade, la storia è scritta dai vincitori e i vinti appaiono come mostri mangiabambini: è esattamente quello che accade quando Diodoro il Siculo (80 A C) che si diverte a costruire il mito di Moloch mangiabambini in una Sicilia ancora spaventata da Cartagine, delegittimando lo splendore culturale di quella civiltà che ha regalato il linguaggio e l’ alfabeto al mondo. Cabiria non è più la donna-bambina offerta in sacrificio al terribile Moloch ma la testimone astratta e immortale capace di portare la più intima trascendenza. Uno spettacolo site specific come osservatorio sui processi inediti di elaborazione artistica, un epicentro in cui è possibile sperimentare, mettendo in rapporto, mutevole e costante, la tradizione e la contemporaneità. Una proposta frutto di uno studio multidisciplinare e tecnologico incentrato sulla poetica della contaminazione artistica che diventa “nuovo ” linguaggio. Un’indagine onirica sul tema arcaico del “rito”, restituendo una visione positiva a quei principi vitali, ambientali e cosmici, un dialogo con gli “Elementi ” che prendono vita e vengono amplificati, un piccolo atto di decontaminazione culturale.

Visualizza la scheda completa su SONAR