Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Elettra. La Madre Guerra.

Patrizia Labianca

regia Patrizia Labianca

anno 2020

attori Patrizia Labianca

scheda artistica
Elettra. La Madre Guerra. Monologo H2o di e con Patrizia Labianca. In collaborazione con il Teatro Comunale di Ruvo di PUGLIA, la Compagnia teatrale LA LUNA NEL LETTO e il Teatro CREST di TARANTO, nel percorso di formazione I MITI NEL CONTEMPORANEO /PROGETTO HEROES. La violenza genera violenza. Elettra, come un pesce fuor d'acqua, si ritrova a vivere lontano dalla casa paterna, senza alcun conforto, sposata ad un pastore che decide di preservare la sua verginità per rispetto delle sue nobili origini. Lei vuole vendicare il padre. "Il sangue si fa acqua". Ogni legame è sciolto, annegato in nome di una giustizia privata che mai lenirà la ferita della perdita. L'acqua è l'elemento naturale della messa in scena. La mia Elettra si trova a Torre Disperata, sulla Murgia. L'acqua in quel posto è assai poca. Ogni cosa lì, è bagnata solo di sudore e sputo. Elettra non riesce a piangere, a lavarsi il viso.... Tutte le sue lacrime le porterà in grembo per scagliarsi contro la Madre. E se per un momento Elettra smettesse di essere figlia di un padre eroe, e scoprisse chi era veramente il vincente Agamennone? Se solo Elettra avesse saputo.....

Visualizza la scheda completa su SONAR