Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Always Smiling

Compagnia Tirgan | Cerchiello

regia Pietro Cerchiello | Pouria Jashn Tirgan

anno 2020

attori PIETRO CERCHIELLO Marco POURIA JASHN TIRGAN Davide

scheda artistica
SINOSSI Due fratelli. Marco e Davide, figli di Vincenzo De Paoli, operaio catanese, trasferitosi in giovane età in un piccolo paese della periferia di Milano. Marco è uomo pratico: ama Milano, la vita dinamica e veloce. Davide, è appassionato di cinema, teatro e poesia. Vive a Roma dalla morte della madre, ma quando il padre si ammala di Alzheimer torna a vivere a Milano insieme al fratello. Il padre non abita lontano dal loro appartamento. Marco vorrebbe andarlo a trovare per festeggiare il proprio compleanno, eppure Davide si oppone, senza un apparente motivo. Il tempo passa, i pensieri si infittiscono, i ricordi affiorano. Ai due fratelli tornano alla mente immagini del loro passato: dalla pizza della domenica alla partita dell’Inter, dalla musica alle favole, dall'insegnamento ai falsi amori ed amicizie. Ma i ricordi che prendono maggiormente spazio sono quelli legati al padre, come i test per verificare l’incedere della malattia, la perdita di autosufficienza, l’ipotesi dell’’ospizio, ed infine il suo funerale. Il funerale di quel padre che Marco vorrebbe andare a trovare. Questa è infatti la dura verità: la malattia che ha colpito Vincenzo, ha preso pure Marco. E lentamente lo sta portando a rimuovere i ricordi della sua vita, lasciandogli solo il fratello, quel fratello che è rimasto a Milano per prendersi cura di lui e lo tiene ancora aggrappato alla vita. PROGETTO Il lavoro nasce dalla volontà di raccontare in maniera semplice e concreta l’Alzheimer, malattia che stravolge la vita di chi ne viene colpito e non solo. Always Smiling è infatti sintesi di racconti e testimonianze. Esperienze personali, di pazienti, famiglie ed operatori sanitari. La drammaturgia, scritta a quattro mani dagli stessi registi e interpreti, si è posizionata tra i primi dieci finalisti (su 500 partecipanti) alla VII Edizione del Premio Internazionale di Letteratura della Città di Como ed ha avuto modo di debuttare presso la cornice dell’EcoTeatro di Milano nel novembre 2021, venendo selezionata come migliore drammaturgia U30.

Visualizza la scheda completa su SONAR