Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Medea - Voci

Mabel Productions

regia Cinzia Cordella

anno 2021

attori Cinzia Cordella

scheda artistica
Medea – Voci è il frutto di un lungo percorso che ho iniziato nell’estate 2020 dall’incontro con l’acting coach Paolo Antonio Simioni. Ho cominciato a lavorare sul personaggio di Medea della Wolf, e da lì nel giro di un anno ha preso forma lo spettacolo che ha debuttato a Napoli, in forma di primo studio, al teatro Elicantropo (ottobre 2021). Al debutto lo spettacolo comprendeva 2 personaggi, Medea e Giasone. Nel mese di novembre 2021 ho continuato la ricerca sul lavoro di Medea, in una residenza all’Odin Teatret (Danimarca), lo spettacolo ha quindi subito alcune modifiche ed è diventato un monologo (solo Medea in scena). “E’ così. E’ andata a finire in questo modo. Curano che io possa essere chiamata infanticida anche presso i posteri. Per i quali che cosa sarà mai tutto questo, in confronto all’orrore che gli si mostrerà quando si guarderanno indietro. Perché non c’è modo di correggerci.” Queste le parole del romanzo di Christa Wolf che fanno da chiave portante della mia messinscena di Medea – Voci. Portare questa Medea in scena per riscattarla, per renderle giustizia, e diffondere la verità su una donna portentosa, che ancora in molti, troppi, conoscono, erroneamente, come infanticida. A proposito di Medea, Christa Wolf ha dichiarato: “Fin dall’inizio pensavo che Medea fosse troppo legata alla vita per aver voluto uccidere i propri figli. Non potevo credere che una guaritrice, un’esperta di magia, originata da antichissimi strati del mito, dai tempi in cui i figli erano il bene supremo di una tribù, doveva uccidere i propri figli.” La messinscena è incentrata sul percorso in verticale che compie questa Medea che va verso una sorta di “ascensione”, di liberazione dal desiderio di vendetta, per giungere ad uno stato di vuoto salvifico cui in gli Dei non possono più ferirla.

Visualizza la scheda completa su SONAR