Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Il Giardino, una storia di rami e foglie

Il CENTIFORME

regia Maria Luciana Micucci

anno 2021

attori Maria Luciana Micucci

scheda artistica
Piante e alberi sono i personaggi protagonisti. Piante e alberi veri! A questi l’attrice-narratrice presta voce ed espressività: piccoli occhi poggiati sul fogliame si completano con le mani e la voce dell’artista. Il continuo dentro e fuori l’azione, che si costruisce con l’alternanza di narrazione e personificazione, favorisce momenti di riflessione su una storia dal finale aperto: il saggio Max, lo spavaldo Chuck, il timoroso Cippi e tutte le altre piante del giardino riusciranno a sopravvivere all’invadenza degli esseri umani? Il Giardino è uno spettacolo green. Green per il tema trattato: il problema del consumo di suolo. Green perché i protagonisti sono piante reali. Green perché i pochi oggetti scenici vengono realizzati esclusivamente con materiali di recupero. SINOSSI In un giardino scompaiono, uno alla volta, i personaggi/piante che lo abitano. Quasi nessuno di loro è nato lì. Vi sono stati trapiantati dopo aver rischiato di morire, chi travolto da una frana, chi sfiorato dalle fiamme. Vittorio e Olga, l’uomo e la donna della casa vicina, gli stessi che hanno creato il giardino, sono i principali sospettati delle misteriose sparizioni. Nel frattempo il fastidioso rumore, che da giorni assilla gli abitanti del giardino, diventa sempre più minaccioso. Impossibilitati a fuggire, i protagonisti discutono, con molti timori e poche speranze, in attesa dell’irreparabile. E intanto osservano: il giardino sempre più vuoto; l’uomo e la donna che armeggiano con pale e carriole; la loro casa, che non ha più il tetto. E ben presto sarà palese la causa del rumore, incessante e sempre più vicino. E l’uomo e la donna rappresenteranno l’unica possibilità di salvezza. Il Giardino ha debuttato al festival InsOrti – Ai300scalini di Bologna, il 09 luglio 2021.

Visualizza la scheda completa su SONAR