Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Albèrt una vita relativa

teatro dei leggeri

regia Dino Parrotta

anno 2021

attori Dino Parrotta

scheda artistica
Ci sono mondi paralleli che sembrano non potersi mai incontrare, eppure non è così; basterebbe andare oltre il pregiudizio e aprire il nostro sguardo. Il tempo e lo spazio in un carcere sono tutto, si ribaltano e si relativizzano rispetto al quotidiano del mondo “libero”. Ma in quanti modi può essere declinata la parola “libertà”? Quanto lo spazio, in cui viviamo influisce su ciò che siamo o che potremmo essere? Un corto circuito che mette in contatto due mondi così distanti, ma in grado di far scaturire riflessioni e domande sul concetto di “legalità” “delinquenza” “riscatto sociale”. Il racconto nasce alla fine di un percorso di formazione (durato un anno) tenuto dal regista e attore Dino Parrotta presso il carcere di massima sicurezza di Messina. Questa esperienza è alla base di questo spettacolo, dal quale trae ispirazione, contenuti e suggestioni. Un detenuto di nome Alberto vedendo un documentario su A. Einstein resta incuriosito e affascinato dalla vita e dalla teoria del “tempo e dello spazio” del famoso scienziato. Albert diviene il suo amico immaginario, il suo confidente, l’amico sincero che non ha mai avuto, un compagno di cella a cui affidare le sue debolezze. La “relatività” del tempo gli dà la forza di resistere alla sua prigionia. Le parole gravità, luce, spazio, velocità diventano per lui metafora di vita . La leggerezza di uno slang dialettale fa emergere un testo denso di riflessioni, di intime emozioni; l’umorismo grottesco che ne scaturisce rafforza la comunicazione di contenuti filosofici e scientifici, che giungono allo spettatore in modo semplice ed efficace. Un viaggio nella vita quotidiana in un carcere che si apre al suo opposto e ci spinge alla consapevolezza che la legalità non può dipendere solo dal singolo, ma è anche figlia della reciprocità e di una responsabilità della società nella sua interezza.

Visualizza la scheda completa su SONAR