Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Sconosciuto. In attesa di rinascita.

Sergio Del Prete

regia Sergio Del Prete

anno 2021

attori Sergio Del Prete

scheda artistica
In questo flusso, che è SCONOSCIUTO. IN ATTESA DI RINASCITA, un non-mitico Edipo si è già accecato e lo fa prima ancora di vedere, prima ancora di vivere. È la paura che acceca, la paura di non poter superare i fantasmi, le aridità reiterate della provincia, della periferia. Da una banale discussione tra i suoi genitori, tra una madre amata, che riverbera negli occhi di tutte quelle donne, vittime della vita che spesso hanno scelto inconsapevolmente e un padre odiato perché (a ragione o a torto) si vede riflessa nei suoi occhi la nostra inadeguatezza o presunta tale e che si vorrebbe simbolicamente uccidere, viene a sapere che la madre, prima che lui nascesse, ha subito un aborto. Ecco la scintilla, ecco il pensiero che gli cambia la vita. “Io potevo non esistere. Tu mi hai ucciso nel momento in cui sei morto non nascendo.”, questa è l’accusa al fratello mai nato, attraversando i punti focali della sua vita, contornata da solitudine, la voglia di essere accettati, la voglia di rinascere in un mondo migliore. Ma è Marta, una prostituta conosciuta da ragazzo e la voce di suo fratello, che gli faranno capire quanto sia importante tuffarsi in un mare fatto di vita e di quanto sia difficile guardare e guardarsi. Uno sconosciuto simbolo di vite non abituate più a guardare, ad approfondire, ad ascoltare, di un’estrema voglia di vita e di parole dolci. “Bisognerebbe avere il coraggio dei ragazzi che si lanciano dagli scogli per tuffarsi ed essere accolti”. In fondo è ciò che desideriamo tutti nella vita: essere accolti.

Visualizza la scheda completa su SONAR