Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Gli Altri لخرین

Corps Citoyen

regia Anna Serlenga

anno 2020

attori con: Rabii Brahim, Marko Bukaqeja, Anja Dimitrijevic Voice-off: Marko Bukaqeja, Carmelo Crusafulli, Anja Dimitrijevic, Giacomo Martini, Anna Serlenga, Chiara Stoppa, Ilaria Zanotti  Performers in video: Wassim Ghrioui, Alesa Herero, Nidhal S'hili, Nour Zrafi

scheda artistica
LA PERFORMANCE You don’t need to be a voice for a voiceless. Just pass the mic. Su’ad Abdul Khabeer Un provino. Un attore solo in una scena western. Prova, canta, si allena. Prova il ruolo dell'eroe. Ma il ruolo non è scritto per lui. GLI ALTRI لخرین , è un dialogo acido, un lavoro leggero e ironico sulla percezione dell'Altro, un dispositivo scenico rivelato che si muove in un territorio ibrido: immagini e canzoni banali, volgari e dirette si alternano a storie radicate nel profondo della nostra mentalità e identità occidentale. Un gioco irriverente sul patrimonio coloniale che riverbera la nostra tradizione e la nostra scena contemporanea. In sottile equilibrio tra finzione e realtà, GLI ALTRI لخرین espone il dispositivo di potere che sottende la rappresentazione orientalista dell’Altro a partire dalla rappresentazione per eccellenza, la finzione scenica, che contribuisce a creare e rafforzare le narrazioni del presente attraverso l’inserzione di un corpo altro, di una presenza che si espone al pubblico, cercando di adeguarsi ad una rappresentazione sempre storta, mai aderente, sempre sbagliata. Una voce fuori campo commenta, dà istruzioni, ricorda limiti e modalità del suo presentarsi davanti a noi, il pubblico, il destinatario primo della rappresentazione e parte integrante del gioco. In un susseguirsi di provini che attraversano diversi generi spettacolari, dal cinema al docu-fiction, passando per il teatro classico e la pubblicità, GLI ALTRI لخرین svela la macchina della rappresentazione e della creazione dell'identità: una scenografia esplosa che si espone al pubblico, testimone fondante e elemento drammaturgico di questo lavoro performativo che partecipa attivamente alla costruzione della narrazione finale. Grazie a un dispositivo che mescola armoniosamente finzione e realtà, autobiografia e biofiction, testimonianza e invenzione, GLI ALTRI لخرین vuole rivelare il paternalismo coloniale nascosto sotto mentite spoglie e allo stesso tempo riaffermare il diritto alla sua necessaria presenza in scena.

Visualizza la scheda completa su SONAR