Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Il tempo di una canzone

Cecilia Zingaro

regia Cecilia Zingaro

anno 2020

attori Cecilia Zingaro

scheda artistica
NOTE DELL'AUTRICE Siamo negli anni Ottanta, Maria è un’adolescente, fan sfegatata di Madonna, che proprio in quel periodo realizza i suoi primi successi. Quindici anni, il momento in cui il futuro è ai blocchi di partenza: ci sono i sogni, le speranze, le paure, le domande: cosa farò da grande? Mi innamorerò? Come sarà la mia casa? Incontrerò l’anima gemella? E i miei amici, che faranno? Mi sposerò? Avrò dei figli? E… E poi la vita arriva e risponde per te, e dopo un volo per strada Maria si ritrova in coma. Da qui la sua vita si scinde: da una parte la vita apparente, quella in cui il suo corpo cresce, matura, invecchia mentre Maria è sempre ferma, immobile sul suo letto d’ospedale; e dall’altra parte la vita invisibile, la vita interiore di Maria, che nonostante il tempo passi rimane un’adolescente, animata da una voglia di vivere che forse vive solo nei sogni, che forse vive solo di sogni. Mentre il suo corpo cresce la sua mente rimane ferma a quindici anni, e così Maria vive la sua vita: non vivendola, vivendo giorno dopo giorno, anno dopo anno quel futuro che sta per arrivare, che arriverà, che deve arrivare, che forse è già passato. Mentre nel suo mondo immaginario Maria vive la vita della donna che non sarà mai, nel mondo reale scorre la vita che le resta accanto: davanti al suo letto d’ospedale passano gli amici, il suo primo amore, passa suo padre e ciascuno di loro cerca di riportare Maria nel presente parlandole del tempo passato insieme. Il tempo di Maria così si scinde in due: il suo tempo ‒ il tempo interiore ‒ che è il tempo che verrà, e il tempo di chi le sta accanto . il tempo esteriore ‒ che è il tempo che è stato, e in questo dialogo tra passato e futuro tra Maria e chi le sta accanto, c’è un unico tempo che tutti unisce, il tempo fuggevole dell’istante in cui tutto sembra possibile, in cui tutto diventa presente, il tempo di una canzone. E per una fan sfegatata di Madonna questo tempo è il tempo delle canzoni di Madonna, che coi suoi successi e i suoi look sempre nuovi segna lo scorrere della vita, di Maria e di chi le sta accanto finché arriva un momento in cui tutti e due questi tempi, il passato e il futuro, si devono fermare, devono cedere il passo al presente. Ogni cambio di look, ogni canzone, ogni avvenimento della vita privata: tutto ciò che accade alla famosa icona musicale sembra riempire l’esistenza della giovane protagonista, appassionata sino all’inverosimile di Madonna. Passano vent’anni. E solo alla fine capiremo che il tempo trascorso in compagnia della ragazza e il realtà in tempo che lei ha trascorso in uno stato di coma.Uno degli spettacoli più emozionanti della 24esima edizione del Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria, che affronta un tema attualissimo come quello del testamento biologico, alimentando una profonda riflessione su questa delicata questione che coinvolge inevitabilmente anche il pubblico.

Visualizza la scheda completa su SONAR