Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

FADWA

Istituto Teatrale Europeo

regia Mario Rellini

anno 2021

attori Antonella Salvatore

scheda artistica
È la storia vera di una donna e della sua fuga dall’Africa verso l’Europa. Della madre, costretta a prostituirsi per sfamare la famiglia. Del fratello, rifiutato e che rifiuta l’Occidente, sino a diventare terrorista. Ma anche il viaggio verso la scoperta di sé, e della propria condizione di donna libera. NOTE DI REGIA Lo spettacolo nasce dell’incontro personale che Mario Rellini, autore e regista dello spettacolo “Fadwa”, ha avuto con la donna che ha vissuto realmente la storia raccontata nella sua opera. “Fadwa” racchiude in sé una delle tante vicende legate all’Africa, al Terrorismo, allo sfruttamento della prostituzione e l’immigrazione. Durante lo spettacolo vengono a galla i nodi di un continente da sempre sfruttato dalle potenze occidentali, di una violenza mai sopita, di cui sono vittime privilegiate le donne, madri, sorelle, figlie. E che può esplodere, sempre e ovunque, in mancanza di una reciproca comprensione. Come spesso avviene in campo artistico, il fatto singolo rappresentato, raccoglie universalmente la storia di molte altre persone. Attraverso la voce di una sola donna, viene data voce non solo ai membri di un’intera famiglia, ma ad un intero continente: l’Africa stessa. Lo Spettacolo porta avanti la ricerca di un linguaggio teatrale simbolico, composto di un assoluto minimalismo estetico (scena, costumi, luci) che si unisce invece ad un linguaggio drammaturgico estremamente ricercato. Testo e regia MARIO RELLINI Già vicedirettore del Teatro Metastasio di Prato, e coordinatore/regista presso il Teatro Fabbricone dove ha diretto diversi spettacoli e collaborato con Mario Missiroli, Gabriele Lavia, Luca Ronconi, Peter Brook, Thierry Salmon, Carlo Lizzani, Federico Tiezzi e Sandro Lombardi. Ha insegnato alla Bottega di Gassman. Ha scritto e diretto il film BALLETTO di GUERRA. Ha collaborato con Giovanni Veronesi, e come sceneggiatore con Francesco Nuti, Emanuele Nespeca e altri. In scena ANTONELLA SALVATORE Diplomata all’Accademia Internazionale dell’Attore- Istituto Teatrale Europeo di Roma. Studia presso la Lee Strasberg Theatre & Film Istitute di Los Angeles, con David Strasberg, Carlos Colunga, Anna De Salvo e Ilia Volok. Ha lavorato con Serguei Timofeev, Aneta Damska, Frank Ràdug, Jean Paul Denizon , Martin Ward, Jacek Ludwig Scarso, Jordi Forcadas, Pierre Yves Massip, Mamadou Dioume. Art-Theatre Counselor ha condotto stage in Francia, Germania, Polonia e Romania.

Visualizza la scheda completa su SONAR