Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Cà del Pozzo

Teatrino Pellidò

regia Angela Burico / Vincenzo Di Maio

anno 2020

attori Vincenzo Di Maio

scheda artistica
Durante il ventennio fascista in un luogo qualunque dell’Italia, un piccolo borgo condivide un pozzo sprovvisto di corda e secchio, perciò chi deve attingere l’acqua è costretto a portare i propri. Cà del pozzo, il nome del borgo, non è un posto dove i vicini si trattano con amicizia. Un pozzo senza corda e senza secchio non può essere usato da chi passa di là, è un po' come la fontanella al parco da dove però non esce più acqua. Scoppia la guerra: gli uomini partono per il fronte arruolati nell'esercito fascista. Nel borgo restano solo donne, anziani e bambini, speranzosi che torni la libertà, quella che già mancava durante la dittatura. Un giorno, al pozzo del villaggio, compare un uomo, un partigiano: è ferito, è assetato, è ricercato. Le donne di Cà del Pozzo lo aiutano e lo nascondono. La guerra, le angherie del fascismo, la fame, le violenze di fascisti e nazisti, l’imposizione di idee violente e bugiarde, renderanno più unite le donne di Cà del pozzo, che decideranno di iniziare un nuovo periodo. NOTE TECNICHE Durata spettacolo 55 minuti Testo e animazione: Vincenzo Di Maio Regia: Angela Burico -Vincenzo Di Maio Burattini e oggetti di scena: Brina Babini, Vincenzo Di Maio Esigenze tecniche: una presa elettrica, soffitto 3 metri,tempi montaggio 2 ore. Consigliato PER UN PUBBLICO A PARTIRE DAI 9 ANNI.

Visualizza la scheda completa su SONAR