Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Pinocchio o il diverso

Compagnia Jolie Rouge

regia Manuel Capraro

anno 2019

attori Lorenzo Giovannetti, Elonora La Pegna, Giulio Brunotti

scheda artistica
Pinocchio. Forse una delle più famose fiabe italiane nel mondo. Collodi ne “Le avventure di Pinocchio” racconta e nasconde tantissimi temi universali. Importante romanzo di formazione per i più piccoli, oggi sarebbe strano se non inusuale leggere la fiaba di Pinocchio ai più piccoli. Dura , intricata e a tratti violenta. Come la vita. Dei tantissimi temi presenti in questa fiaba ci siamo soffermati alla prima cosa che salta all’occhio e forse a una delle più profonde. Pinocchio è un burattino, un bambino di legno. Anche per questo motivo subisce molti scherni e peripezie in virtù del suo aspetto. Ma grazie al fatto di essere “diverso” ha anche dei vantaggi che lo portano a sopportare e a reagire con una forza rara per un bambino alto appena un metro. In questa edizione teatrale “Pinocchio” vuole tornare a parlare principalmente ai più piccoli. Perché è proprio grazie a loro e con loro che possiamo pensare di costruire un mondo migliore. Non un paese dei balocchi dove ognuno può fare quello che gli pare , dove la libertà è solo una libertà effimera , illusoria che ci fa solo evadere dalla realtà che così com’è non ci piace. Grazie ai bambini possiamo immaginare un mondo dove le differenze sono una forza e non una paura, dove aiutandosi l’uno con l’altro si supera qualsiasi momento di difficoltà, dove con lo sforzo , il lavoro quotidiano e il sacrificio si raggiungono obbiettivi che neanche possiamo immaginare. La fiaba ci racconta che quando c’è bontà di cuore e d’animo anche un burattino può diventare un bambino vero. Perché i bambini sono tutti uguali. Anche quelli di legno.

Visualizza la scheda completa su SONAR