Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

MILF-Mamma Insegnami La Felicità

Teatro Dieghesis

regia Monica Faggiani

anno 2019

attori Natalia Magni

scheda artistica
"Sabbry, una mamma ancora giovane, vede incrinarsi una felicità fatta di piccole cose. Costretta ad allontanarsi da casa e spezzare il legame simbiotico con la figlia, si rifà una vita ed un corpo, sublimando nella ricostruzione estetica la sua ricerca di felicità." Aspettando il suo turno per un colloquio di lavoro, una mamma ancora giovane ripercorre la propria vita. Dalla precoce gravidanza al matrimonio con un uomo buono e amato, dal lavoro in fabbrica alla cura della propria immagine, Sabbry vive in simbiosi assoluta con la figlia. Il rifiuto della ragazza di proseguire in questo rapporto esclusivo, unito ad una casuale concomitanza di eventi, incrinerà una felicità fatta di piccole cose e costringerà la nostra mamma-amica ad allontanarsi da casa per rifarsi pian piano una vita ed un corpo, sublimando nella ricostruzione estetica il suo desiderio di felicità. "Mamma Insegnami La Felicità" affronta il fenomeno delle donne che confondono i ruoli di madre e di amica, vestendosi e comportandosi come le proprie figlie adolescenti e mutuando da esse una effimera eterna giovinezza. Un monologo tragicomico che racconta la giornata in cui la vita di questa mamma-amica prenderà una svolta inattesa e definitiva. Dietro alla storia di Sabbry, protagonista tutta silicone e seduzione, il testo nasconde qualcosa di più archetipico: la ricerca della felicità. Cosa siamo disposti a perdere o a barattare di noi stessi pur di raggiungerla? Sabbry sceglie la strada della cura dell'immagine di sé, da cui trae forza e fiducia. Con il buon senso delle persone immuni dai troppi perché, ma inconsapevoli dell'involontario male che causano, Sabbry cerca di trasmettere alla figlia le sue verità, il suo senso del dovere, la differenza tra bene e male e il suo amore per la vita. Lo spettacolo prende le parti di questo personaggio di inaspettata saggezza, tanto facile da biasimare; invita ad indossare il suo sexy top fucsia e i suoi stivaletti borchiati, a ridere delle sue gaffe, dei suoi passi falsi, dei suoi errori. Lasciandoci in bilico tra facile preconcetto e amara, impensabile immedesimazione. Sospendiamo il giudizio e proviamo ad ascoltarla. “Perché una è tanto più autentica quanto più somiglia all’idea che ha sognato di se stessa.” (Agrado – Tutto su mia madre) DURATA DELLO SPETTACOLO: 65 minuti circa senza intervallo

Visualizza la scheda completa su SONAR