Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

U*

CRiB

regia Roberto Di Maio

anno 2018

attori Beatrice Fedi

scheda artistica
Vi siete mai interrogati sull’origine etimologica della parola ‘definire’? Derivata dal latino, ha in sé due significati opposti ed apparentemente contradditori: ‘limitare’ ma anche ‘qualificare’. Può essere dunque una definizione un modo per esprimere una qualifica e non costituire un limite? Nel novembre del 2016 nasce in Canada Searyl Doty: è il primo bambino al mondo ad essere identificato come ‘U’, Undetermined (sesso indeterminato). Questo fatto di cronaca costituisce il punto di partenza per U*, primo spettacolo del collettivo, stimola un’ampia riflessione sull’indeterminatezza dell’identità e sul significato delle categorie a livello linguistico e culturale. Progetto vincitore del bando “Movin’ Up Spettacolo – Performing Arts 2017” del MiBACT e del premio della critica “DIRECTION UNDER 30 2018 – Teatro Sociale Gualtieri”. Creato in residenza presso L’Estruch (Sabadell, 2018) e La Caldera (Barcellona, 2018). Presentato al Teatro Sociale Gualtieri (Gualtieri, 2018), al Nuovo Cinema Palazzo (Roma, 2018), al Teatro Cavallerizza (Reggio Emilia, 2018), a Carrozzerie n.o.t. (Roma, 2019) e a “OPERA PRIMA 2020” (Rovigo 2020) Dai contenuti e dalla forma fluida, lo spettacolo è pensato secondo diversi moduli combinabili tra loro. Nella sua versione integrale, ha una durata complessiva di 55 minuti. È stato però presentato anche come performance di breve durata. Per lo spettacolo integrale, proponiamo due allestimenti (uno frontale, l’altro angolare), mentre per le versioni brevi non c’è un formato fisso.

Visualizza la scheda completa su SONAR