Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Cecohv in atti unici

Teatro Rossosimona

regia Lindo Nudo

anno 2018

attori Francesco Aiello, Maria Canino, Salvo Caira, Francesco Rizzo, Chiara Vinci

scheda artistica
Un ritorno ai classici. Una produzione che rende omaggio allo scrittore e drammaturgo Anton Čechov, figura di spicco nella storia del teatro ottocentesco, per molti versi anticipatore della drammaturgia moderna. Lo spettacolo “Čechov in…Atti unici” mette in scena gli atti unici “La domanda di matrimonio” e “L’orso”, intervallati dal racconto “La morte dell’impiegato". I due vaudeville scritti nell’ultima decade dell’Ottocento sembrano essere l’uno lo specchio dell’altro: nel primo l’amore inciamperà nell’avidità dei due arzigogolati protagonisti, mentre nel secondo, al contrario, proprio grazie ad una disputa di carattere economico, l’inconsolabile vedova avrà l’opportunità di tornare ad apprezzare i piaceri della vita amorosa. Lo sguardo giovanile di Cechov ci regala un divertissement non privo di spunti di riflessione, reso scorrevole e attraente dalla messa in scena dinamica di Teatro Rossosimona. Nel racconto "La morte dell’impiegato", a differenza degli atti unici, il riso sgorga amaro. Lo spettatore non può non avvertire il pudore che Cechov stesso sente dinnanzi alle nefandezze del meschino borghesismo caratterizzante la sua epoca, e forse anche la nostra. Su questi presupposti si basa il connubio fra humor e riflessione tipico della scrittura imparziale di Cechov, la quale riesce a cogliere il mondo e la sua rivelazione comica sempre con compito e sobrio rispetto.

Visualizza la scheda completa su SONAR