Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

ZIO LUPO

Aidoru

regia Roberta Magnani

anno 2019

attori Valentina Donati (attrice e cantante) e Dario Giovannini (attore e musicista in scena)

scheda artistica
Zio Lupo è una produzione di teatro sensoriale e partecipativo per l'Infanzia. La fiaba è quella contadina (tipica del territorio romagolo) trascritta da Italo Calvino in "Fiabe Italiane" nel 1956 e viene da noi ri-abitata, ri-scritta in un'atmosfera site-specific. In questi anni, abbiamo portato la nostra pratica teatrale in scuole, palestre, grotte, rocche, case come anche strade, giardini e piazze (sia in in-door che out-door). La scena è, per noi di Aidoru, un luogo da scoprire e che aiuta a raccontare la meraviglia racchiusa in una fiaba, un mondo da visitare camminando e interagendo. In scena un’attrice/cantante e un attore/musicista. Vi accolgono nella loro casa: vi fanno accomodare in un piccolo letto con una calda coperta e dai piedi di quel giaciglio vi conducono per mano addentro alla storia: annusare, toccare, gustare, ascoltare e chiudere gli occhi quasi fin al principio del sonno. La storia racconta di una bambina golosa che, per non aver dato la giusta importanza al patto con Zio Lupo, deve essere punita. Nella nostra riscrittura di questa fiaba “casalinga”, il Lupo prende forma come figura doppia: tenebrosa, sinistra, paurosa e allo stesso tempo amorevole, carezzevole, generosa. Zio Lupo, quindi, raccoglie in sé i due estremi di un’antichissima morale popolare. La storia racconta di una bambina golosa che, per non aver dato la giusta importanza al patto con Zio Lupo, deve essere punita. Ma, il nostro lupo compie il rituale del castigo in modo totalmente inatteso. Volendo, è possibile organizzare (antecedentemente allo spettacolo) un piccolo laboratorio per l'infanzia chiamato "Prime Radici. Nuovi Alfabeti". A partire dallo sguardo dei piccoli partecipanti e dai loro corpi, troveremo azioni interattive e giocose da inserire, insieme, nelle repliche pomeridiane/serali. Rifletteremo con a loro - protagonisti e primi destinatari dello spettacolo - su come poter stabilire una interazione e un contatto pieno e significativo (anche in un periodo dove mantenere la distanza di sicurezza è un gesto d'amore e di cura). Maggiori info nella scheda in allegato. N.B: il video caricato al momento non è integrale, in questa situazione emergenziale con i teatri chiusi non siamo riusciti a provvedere a questa mancanza, nella speranza di farlo al più presto.

Visualizza la scheda completa su SONAR