Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Welcome to Pasolinia

legge 180

regia Adriano Evangelisti

anno 2020

attori Ramona Genna e Marta Iacopini

scheda artistica
È il 2043. Il futuro prossimo si è finalmente “stabilizzato” ed è ora governato da un Ordine Nuovo. Dio ha mosso la sua mano nel cuore dell'uomo e dei suoi governanti ed è riuscito a porre fine ad ogni forma di eccesso. Il Pianeta è definitivamente salvo e parole come inquinamento, prevaricazione, disuguaglianza, anarchia, omosessualità e perversione non esistono più in nessuna parte del globo. Il governo si è fatto espressione di una nuova coscienza corale etica, armonica e moderata e i cittadini sono tutti finalmente sereni. Tutti o quasi tutti, ma Dio darà la forza all’Ordine Nuovo di eliminare le ultime insignificanti mele marce. Non tutto è risolto: in questo nuovo macrocosmo il microcosmo di Anna e Claudia è completamente frantumato, si trovano di colpo su fazioni opposte di quella stessa barricata che le ha viste unite, combattenti e innamorate. Il frutto del loro amore è in serio pericolo… e non c’è più tempo per tentare di salvarlo... “La nostra casa era in fiamme …e noi abbiamo spento l'incendio”. Il testo di PAOLO ALESSANDRI, liberamente ispirato a il bicchiere della staffa di Harold Pinter, è ardito, teso, visionario e non lascia prevedere un futuro auspicabile. Il destino delle protagoniste, avvolto in una atmosfera noir, si sviluppa come un avvincente thriller psicologico che giunge ad un epilogo tanto ineluttabile quanto privo di vincitori e vinti. Sarà questo il futuro che ci aspetta? “Io la chiamavo la sindrome di Pasolini, è quella sindrome per via della quale gli individui autonomi e senzienti finiscono sempre per venire ammazzati dagli effetti del loro individualismo, la sindrome di Pasolini. È il sistema che lotta per sopravvivere e che vince”.

Visualizza la scheda completa su SONAR