Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

ESSERE O NON ESSERE

Atelier Scimmie Nude

regia GADDO BAGNOLI

anno 2019

attori Andrea Alberio, Davide Carbone, Silvia Cavallotti, Barbara Rivelli, Marta Tempra Gabbiati, Gianfranco Ventriglia

scheda artistica
Uno spettacolo ironico e divertente, a tratti smaccatamente comico, per una indagine sulla difficoltà del cambiamento. Di fronte alle possibilità della vita: operare una scelta o rimanere bloccati dalla paura? “Essere o non essere, questo è il problema! Questa è la domanda che sta alla base della ricerca teatrale di questo spettacolo. Ci siamo chiesti: che cosa blocca lo sviluppo della nostra vita? Cosa impedisce all’uomo di gestire i propri sogni di realizzazione? La risposta è facile: la ‘paura‘ nelle sue infinite declinazioni. Ognuno di noi vive in uno stato di relativo equilibrio e nessuno è disposto a perderlo rischiando ‘tutto’ o anche solo una parte di esso. Ogni essere umano, fidandosi delle proprie capacità, può fare tutto, ma anche potendo, spesso rinuncia. Tutti noi ci nascondiamo dietro mille impedimenti e scuse dettate principalmente dalla paura del rischio e del cambiamento. Abbiamo voluto indagare le incredibili manifestazioni, spesso comiche e crudeli che si scatenano grazie a questa reazione di fuga dalle nostre reali possibilità, assieme alle cause che le generano. Attraverso l’improvvisazione creativa e le nostre particolari tecniche teatrali, abbiamo sviluppato le immagini che il tema ha suscitato in noi. In seguito, grazie all’intervento della drammaturga Laura Rinaldi e dell’assistente alla regia Annalisa Falché, le abbiamo concretizzate nel testo e nelle azioni che compongono la ‘partitura’ dello spettacolo. L’associazione teatrale Scimmie Nude sempre attenta alle “indagini sull’uomo” non poteva non occuparsi di un tema così importante per lo sviluppo della nostra vita. Non vogliamo dare risposte o consigli al pubblico, ma pensiamo che talvolta vedersi e riconoscersi in certe dinamiche umane possa fornirci almeno la chiave per comprendere la nostra meravigliosa e dannata natura umana.” Gaddo Bagnoli

Visualizza la scheda completa su SONAR