Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Un giorno quasi perfetto

Compagnia Teatrale Santina Porcino

regia Michelangelo Maria Zanghì

anno 2020

attori Francesco Natoli

scheda artistica
Questo spettacolo parla di ognuno di noi, perché racconta del rapporto più antico e viscerale che possa esistere: quello tra genitori e figli. Per Marika, la protagonista, questo rapporto è tutt’altro che semplice, avendo abbandonato il paesino natale della provincia siciliana, per trasferirsi nella Milano “da bere” con la speranza di poter vivere liberamente la propria identità di genere; Marika, infatti, è nato uomo ma non ha mai accettato il suo corpo “difettoso”: lei è donna contro tutti e tutto e se gli altri si limitano a schernirla o, al massimo, ad approfittare di squallide prestazioni sessuali, i suoi genitori l’hanno isolata e abbandonata. Ma succede qualcosa che ribalta il corso delle cose e Marika, dopo anni di solitudine, ha, suo malgrado, la possibilità di recuperare il rapporto col padre. In un crescendo di speranza, malinconia e umorismo si arriva al finale che svela le mancanze e le aspettative che tutti noi, sia genitori che figli, viviamo quotidianamente, probabilmente da tutta la vita. N.B. PER GIURIA IN BOX: Il video, l'unico esistente, è quello della prova generale. Purtroppo la telecamera non è riuscita a "vedere" una luce estremamente soffusa sul finale, quindi sembra al buio ma non lo è, nella realtà dello spettacolo.

Visualizza la scheda completa su SONAR