Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

#nuovipoveri

Guinea Pigs

regia Riccardo Mallus

anno 2020

attori Letizia Bravi Marco De Francesca

scheda artistica
#nuovipoveri è un’indagine sviluppata con gli strumenti del teatro e della video-arte intorno alla percezione dei concetti di ricchezza e povertà. In scena, nell'arena di un circo abbandonato, ci sono Letizia e Marco - un’attrice professionista con la paura che il suo non sia un vero mestiere e un attore-architetto che per metà delle sue giornate progetta interni di case di lusso - alle prese con una piccola comunità di nuovi poveri: cinque video interviste, cinque storie, cinque persone che non vivono nell’indigenza più profonda ma neppure nell’agio che permetterebbe loro di soddisfare tutti i loro desideri. Per ragioni diverse, non soddisfano i parametri di consumo, non rientrano in categorie professionali riconosciute, non corrispondono per necessità o per scelta ai modelli economici e culturali dettati dalla nostra società occidentale. I nostri nuovi poveri fanno la loro apparizione in video, si raccontano nello spazio intimo di un’intervista rubata, svelano i loro stati d’animo attraverso uno sguardo, l’increspatura di un sorriso, i movimenti delle mani. Letizia e Marco li interrogano e li interpretano. Tra un’intervista e l’altra i due interpreti si prestano al gioco della drammaturgia e della regia: interrompono la finzione con i loro racconti di vita, rinunciano alla recitazione per interrogare gli spettatori in sala, per conversare tra loro di “disforia di classe”, “nuove povertà”, per parlare dei loro conti in banca e delle spese di produzione dello spettacolo. Siamo partiti da dati economico-statistici per superarli e arrivare a mettere in relazione le parole ricchezza e povertà con “capitali” di altra natura: capitali sociali, culturali, emotivi, relazionali, etc… Ci siamo domandati “Chi sono oggi i nuovi poveri?” “Come si raccontano a se stessi?” “Alla società?” “E la società come li racconta?” “E quanto c’è di vero in queste narrazioni?”. La nuova povertà di cui parliamo è una condizione sociale e psicologica, ha a che fare con il senso di inadeguatezza, che si trasforma nell’amara sensazione di essere rimaste/i indietro odi essere state/i escluse/i dalla “festa” a cui altre persone, invece, sono ammesse. Quindi #nuovipoveri è anche uno spettacolo sul denaro, su come sembri ancora fare la felicità, sulle sue contraddizioni, sul potere che ha di modificare equilibri e dinamiche di relazione, di decidere della salute e della realizzazione dei singoli, della felicità di una coppia e di una famiglia, della costruzione dell’identità di un’intera società. LINK VIDEO INTEGRALE A CAMERA FISSA IN PROVA: https://youtu.be/x2viHFaRngQ

Visualizza la scheda completa su SONAR