Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Rivalsalieri. La verità è nella musica

Modus Produzioni - Orti Erranti

regia Laura Murari

anno 2020

attori Andrea Castelletti

scheda artistica
E' vero che Mozart vedeva come suo rivale Salieri? Come mai era considerato uno dei più importanti compositori del suo tempo ma in pochi lo conoscono e in ancor meno lo eseguono? Il musicista veneto è uno dei grandi sconfitti della Storia. Questo spettacolo vuole essere la rivalsa di Salieri. Dopo due secoli di maldicenze, da qualche anno e da piú parti si sta levando una sua riscoperta. E forse un giorno tornerà quel grido che precedeva le sue esecuzioni a Venezia Xè rivà 'l Salieri! NOTE DI REGIA Un monologo forte di parole e di musiche per riscoprire il valore del compositore veneto Antonio Salieri, musicalmente dimenticato e tutt’al più ricordato per la sua presunta rivalità con Mozart. Una figura che si è fissata nell’immaginario collettivo col film “Amadeus” quale cospiratore rancoroso nei confronti del genio di Salisburgo, ma che nella realtà è stato uno dei compositori più apprezzati del suo tempo e dotato di spirito allegro e di benevolenza. Salieri è stato sicuramente uno dei grandi sconfitti della Storia. Questo spettacolo vuole essere la rivalsa di Salieri, con una profonda indagine storica e culturale, oltre che psicologica, sul più grande artista cosmopolita di fine ‘700 - primi’ 800, nato a Legnago di Verona e vissuto 50 anni a Vienna dove ha creato un capitale di opere ancora in gran parte a noi celato. Lo spettacolo accompagna per mano lo spettatore nella storia, intrecciando la vita di Salieri con i fatti storici dell’epoca e continui rimandi all’oggi attraverso rivelazioni sorprendenti, così come sarà sorprendente l’ascolto della sua musica. Salieri è stato un musicista eccezionale ed un ottimo insegnante che ebbe influenza su molti grandi musicisti tra cui Mozart stesso, ma con la sua morte la sua grandezza cadde nell’oblio e la sua musica nel silenzio, vittima di un complesso meccanismo che trova diverse spiegazioni di natura politica e storico-musicale, ma anche nelle macchinazioni della famiglia Mozart e in una conflittualità che faceva buon gioco alla stampa e a una conseguente letteratura. Il Salieri del grande schermo è un personaggio di pura fantasia e col nostro spettacolo vogliamo portare sul palcoscenico la verità storica di un uomo che ha dato molto alla musica e dotato di grande umanità ma che pochi conoscono ed apprezzano. Abbiamo creato uno spettacolo intenso, forzuto, ma che sa anche ballare, letteralmente, sulle punte della verità, una verità scossa dai venti della storia e dai fortunali della vita. Uno spettacolo che alterna momenti drammatici e leggeri, ironici e romantici, come solo la vita vera sa essere.

Visualizza la scheda completa su SONAR