Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Numero 22

Clandestina

regia Daniele Casolino

anno 2020

attori Chiara Cappelli, Caterpillar, (Alessia Giovanna Matrisciano, Daniele Casolino solo nello studio presentato in questo video )

scheda artistica
scritto da Alessia Giovanna Matrisciano diretto da Daniele Casolino con Chiara Cappelli e Caterpillar musica, scenografia e costumi Daniele Casolino Il numero ventidue ripercorre, in un linguaggio sospeso tra il teatro e la poesia, la vera storia di pazzia e di santità di Caterina da Siena. Caterina è una ragazza ribelle alle convenienze, alla mediocrità e alla sottomissione che famiglia e la società le impongono, e trova nell’autodistruzione la via della salvezza, quel necessario dire “io sono” che la società negava alle donne del suo tempo. La vicenda si svolge in modo non lineare, tra le luci e le ombre del carattere di Caterina e lo spettro inquietante della morte. Vuole tuttavia essere una storia d’amore e di coraggio. Caterina, rimanendo chiusa nella sua stanza, è riuscita a vivere profondamente, appassionatamente, e ad imporsi al mondo; a prezzo della distruzione del suo corpo, ha rivendicato fino all’ultimo giorno la sua libertà di esistere e di pensare. La messa in scena indaga su come la parola e il senso, il logos, modifichino il corpo, il gesto, l'intenzione, agendola su una scenografia scarna alla ricerca dello spazio della rappresentazione più che dello spazio da rappresentare. Gli attori vengono così direttamente relazionati con la parola emessa prima ancora che la storia scritta, parola agita, messa in atto più di quanto rappresentata. "Non è questo il paradiso? Certo che non è questo. Un teatro semivuoto in cui la mia anima parla da settecento anni in concerto con se stessa. È questo il paradiso? Cosa importa. Il cielo oggi è disabitato." Lo spettacolo avrebbe dovuto debuttare il 19 marzo 2020 presso il Teatro studio uno di Roma. Nell'estate è stato portato in residenza artistica in versione di studio con la sola attrice Chiara Cappelli nel comune di Sant'Oreste nell'ambito del festival Tracce. Nel video è possibile visionare l'integrale dello studio estivo

Visualizza la scheda completa su SONAR