Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Riccardo III. Suite d'un mariage

QA-QuasiAnonimaProduzioni

regia Auretta Sterrantino

anno 2018

attori Michele Carvello (Riccardo III) Giulia Messina (Ledy Anna)

scheda artistica
«Prestato, vecchio, nuovo, blu» è il mantra ripetuto da un uomo e una donna in procinto di percorrere la navata fino all’altare. «Prestato, vecchio, nuovo, blu», sono le parole di Lady Anna, vittima del piano di un Riccardo III-mostro, ma anche fragile come non lo abbiamo mai visto. RICCARDO III. Suite d’un mariage nasce da uno studio volto a indagare i meccanismi di una mente perversa e le dinamiche di azione e reazione espresse e inespresse che si innescano in un gioco al massacro spinto da due sentimenti distruttivi: desiderio di potere da una parte, sete di vendetta dall’altra. Sentimenti che confondono vittima e carnefice, quasi fino a sovrapporli nelle pieghe di questa unione mortale. FOTO E APPROFONDIMENTI HTTP://QUASIANONIMA.IT/GLI-SPETTACOLI/RICCARDO-III/ HTTP://QUASIANONIMA.IT/PRESS-E-MEDIA/PHOTOGALLERY/ E se fra Lady Anna e Riccardo III ci fosse un sentimento molto antico, un sentimento sincero che non si è potuto esprimere e che dopo i fatti e le uccisioni diventa ancora più impraticabile? Se raggiungere il potere per l’uno e ottenere vendetta per l’altro significasse rinunciare a un amore sincero, salvifico? Quanto costerebbe allora uccidersi? Quanto sarebbe doloroso morire o sopravvivere? La relazione tra Riccardo e Anna oscilla tra un prima e un dopo. Un prima fatto di sogni e possibilità e un dopo fatto di mostruosità e orrori irreparabili. In questa oscillazione, del tutto umana, abbiamo cercato di cogliere i due protagonisti di questa via crucis che conduce a una morte senza possibilità di resurrezione alcuna. Lo studio è stato condotto in tre tappe, attraversando Shakespeare pensando ad Artaud e avendo come riferimento il lavoro condotto sullo stesso testo da Carmelo Bene, alla luce anche dell’intervento critico di Deleuze. In scena nei panni di Riccardo III, Michele Carvello, ex-allievo dell’Accademia di Arte Drammatica (ADDA) dell’INDA, Istituto Nazionale del Dramma Antico, che ha già calcato il palco del Teatro greco di Siracusa con importanti registi come Lievi, Barbiero Corsetti, Baliani. Lady Anna è Giulia Messina, anche lei attrice diplomata all’ADDA, con alle spalle una solida formazione da danzatrice e esperienze importanti sul palco del Teatro Greco di Siracusa. Regia e drammaturgia sono di Auretta Sterrantino, che continua il suo percorso di ricerca con QA, collaborando parallelamente, tra l’altro, con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico, in veste di consulente alla drammaturgia prima e docente di storia del teatro e messinscena tragica all’ADDA più recentemente. Le musiche per la prima volta nascono dalla collaborazione tra Filippo La Marca e Vincenzo Quadarella, autori di grande sensibilità, con una formazione molto differente alle spalle ma un lungo percorso di condivisione. L’allestimento è di Valeria Mendolia, che collabora da due anni come stagista nei laboratori di scenografia della Fondazione INDA per il Ciclo di Spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa.

Visualizza la scheda completa su SONAR