Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Nata di giovedì

Performarti

regia Giovanna Cappuccio

anno 2019

attori Giorgia Serrai

scheda artistica
Nata di giovedì” è la mia prima ed attualmente unica regia. Quando, quasi un anno fa, Giorgia Serrao, mia cara amica e collega, mi disse che avrebbe fatto questo monologo solo se l'avessi diretta io, pensai fosse matta. Io sono un'attrice e non ho mai avuto velleità registiche, ma, per lo spirito pionieristico che un po' mi caratterizza, decisi di accettare. Abbiamo fatto un percorso costruito nei mesi in cui in tornate di 3/ 4 giorni al mese ci incontravano e costruivamo insieme la vita di questo personaggio, indagando il suo mondo interiore. Poi, alcuni eventi personali mi hanno fatto faticare nel lavorare a questo spettacolo ed è stata in questa fatica che ho sentito una vicinanza con la storia di questa giovane donna. Credo, in verità, che ogni altra donna possa ritrovare una parte di sé in questo spettacolo. È capitato, infatti, ad ognuna di noi di sentirsi almeno una volta divisa tra 2 uomini, giudicata dalla famiglia, impossibilitata a compiere delle scelte, sminuita dal proprio compagno e, soprattutto, capita di perderci di vista, troppo impegnate a raggiungere quello che gli altri si aspettano o vogliono da noi. Così, “Nata di giovedì" è diventata una catarsi, una liberazione, cioè da traumi e conflitti. Mi ha dato la possibilità di ascoltare parole che la mia mente ha sempre avuto paura di esprime realmente in un pensiero compiuto ma che sapevo, perfettamente, esistere dentro di me. È la nostra di una donna nel pieno della sua età che vive a tutto tondo le difficoltà di una generazione che si butta completamente nel lavoro e che, invece, nella sfera personale fa fatica a definirsi. Sogni di una giovane donna che smesso di avere paura.

Visualizza la scheda completa su SONAR