Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

C'era una volta una bambina. Cappuccetto Rosso

Once danzateatro

regia Sara Due Torri

anno 2018

attori Maria Francesca Guerra, Filippo Serra, Irene Villa

scheda artistica
Produzione di teatro danza per ragazzi, adatto e apprezzabile anche da un pubblico adulto. Lo spettacolo è ispirato all'omonimo libro della casa editrice Topipittori: una versione nuova e diversa di Cappuccetto Rosso. Questa storia parla dell'incontro tra la bambina e il lupo come di un atto di fiducia e di amore tra due creature di regni differenti. I temi dello spettacolo sono infatti: l'ascolto autentico e il non avere pregiudizi nell'incontro con l'altro; il contrasto tra la tradizione che ci impone sentieri già battuti (la versione della fiaba che tutti conosciamo) e la creazione di una strada personale ed originale (perdersi nel bosco e fare amicizie inaspettate, creare una nuova storia); tutto questo narrato con l'attenzione e l'ironia, delicata e profonda, che l'autrice del testo, Giovanna Zoboli, mostra nell'approcciarsi alle questioni di genere (Cappuccetto Rosso è una bambina e in quanto tale è immersa in una costellazione di doveri e aspettative che definiscono il suo ruolo sociale). "Quando la bambina vestita di rosso si inoltrò nel bosco per andare a trovare la nonna, il bosco le chiese di fermarsi ed ascoltare. Era un bosco bello, un bosco solo e cieco, con un milione di occhi. La bambina si fermò ed ascoltò. I due fecero silenzio e in mezzo crebbe il lupo. Era il regalo del bosco alla bambina, era il pegno della bambina al bosco. Il lupo e la bambina giocarono e corsero, poi si giurarono fedeltà e proseguirono ognuno sulla propria strada, ma...toc toc... irruppero nella storia quelli che la fiaba la conoscevano da sempre. L’avevano ascoltata raccontare tante volte, la storia. La sapevano a memoria, quella storia antichissima e non era così che doveva andare…" Lo spettacolo racconta l'amore tra una bambina e un lupo, può accadere quando si ascolta il bosco! Tra una bambina e un lupo i linguaggi si intrecciano, si disfano, si annullano e si imparano, per poter comunicare, per stare insieme. E in questo incontro avviene un rito antico: nel bosco Cappuccetto Rosso compie un viaggio di iniziazione per diventare grande, percorre un sentiero...un filo rosso teso tra obbedienza e scoperta, tra cultura e natura, tra la casa della nonna e il bosco del lupo, tra la fiaba tradizionale e la sua propria storia. Spettacolo di teatro danza, con due artisti in scena (lupo, cappuccetto, nonna, cacciatore) e una narratrice. L'allestimento minimalista , in cui dal bianco emergono i personaggi, vuole rimandare alla dimensione libresca, a quel momento quotidiano e sacro che è per i bambini la lettura della buonanotte.

Visualizza la scheda completa su SONAR