Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Le mille e una notte - III ora (Come si chiama questa?)

lidelab

regia Lucia Menegazzo / Silvia Rigon

anno 2019

attori Federica Furlani e Barbara Mattavelli

scheda artistica
Esplora la seduzione, la sensualità e il gioco legati all’erotismo presenti nei racconti de “Le mille e una notte”. Lo spettacolo nasce dall’esplorazione del gioco amoroso presente nei racconti de “Le mille e una notte” e nel manuale arabo del ‘400 “Il giardino profumato”. I racconti sono leggeri e svelano un immaginario divertente e inaspettato dove spesso sono le anziane a iniziare le giovani ai segreti dell’amore. Accompagnate da musica dal vivo, in scena si intrecciano la voce dell’attrice che incarna le parole dei libri, con le testimonianze registrate di anziane che raccontano l’evoluzione della sessualità nel corso della loro vita, lo stato attuale delle relazioni affettive, le loro sfide e il piacere. La ricerca musicale avviene durante le prove ed è supportata sia da strumenti classici come la viola sia da strumenti costruiti ad hoc; tutte le composizioni sono originali. Lo spazio scenico è un laboratorio scientifico che riprende lo spirito manualistico e di ricerca del libro “Il giardino profumato”. Prendendo ispirazione dalle parole del trattato, sul palco si sviluppano esperimenti sonori e visivi che ricercano la natura fisica del piacere. Da una parte si approfondisce lo studio della vita delle piante, riferendosi alla metafora del manuale e dall’altra si indagano le vibrazioni generate da sex toys con l’intenzione di toglierne la volgarità, distruggere la pornografia e ricostruire simbolicamente la dimensione ludica e poetica dell’eros. Lo spettacolo è un dialogo femminile sul mistero dell’atto amoroso.

Visualizza la scheda completa su SONAR