Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

GODOT.

TeatroLeOmbre

regia CIRO LIMONE

anno 2019

attori Alberto Campagna, Alessandro Paolucci, Davide Campagna, Eleonora Gambini, Gigliola Tagliaferri, Tommaso Cocon, Sara Arduini, Iliana Metushi

scheda artistica
Teatro di naufraghi, dove il giorno è una lunga notte senza fine. Personaggi che vagano dentro i loro stessi abiti di scena e che recitano battute a cui essi stessi sembrano sentirsi estranei. Lavoro a tutto tondo in cui viene riletto Beckett con rispetto e passione dove l’autore della messa in scena si impegna nel tentativo di restituire intatto quel senso di vuoto di cui è fatto l’uomo, e non solo l’uomo beckettiano. Il lavoro teatrale contamina “l’assurdo” del testo originale con rimandi alla gestualità del teatro della Commedia dell’Arte, con echi dell’indagine psicologica di tipo freudiano e riferimenti alla potente iconografia del Vangelo Cristiano. Il ‘900, nelle sue più svariate declinazioni, sia letterarie che artistiche è in questa drammaturgia sintetizzato e riprodotto alla maniera riarsa e asciutta che amava usare Beckett nei suoi testi. Nella tessitura teatrale della rappresentazione scenica, vengono convogliati, in un unico vettore, pubblico e personaggi, per essere condotti verso la presenza solida e pensante del “nulla di vivere” in cui l’uomo moderno è immerso “nell’attesa che la notte arrivi”.

Visualizza la scheda completa su SONAR