Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Goodbye Mr. G

Aliens With Extraordinary Abilities

regia Veronica Nolte

anno 2020

attori Eric Paterniani Giulia Martinelli Veronica Nolte Eric Paterniani

scheda artistica
Goodbye Mr. G è il capitolo finale della trilogia di spettacoli cominciata con Longing Pinocchio. L’opera ha infatti debuttato a Los Angeles nel 2018 per poi andare in scena a Londra nell’estate 2019 con il nome di Wooden Heart. Tutti gli spettacoli sono infatti accomunati dallo stesso testo ma esplorano tematiche differenti. LA COMPAGNIA Eric Paterniani, Veronica Nolte e Valeria Iacampo fondano la compagnia Aliens With Extraordinary Abilities a Los Angeles. L’indelicata parola “alien” viene usata tutt’oggi come appellativo per gli immigrati negli Stati Uniti, mentre “extraordinary abilities” rappresenta la categoria sotto la quale vengono classificati gli artisti. Adottando questo nome la compagnia decide dunque di creare spettacoli alienanti attingendo dal proprio patrimonio culturale: nasce così Longing Pinocchio. IL PROGETTO Partito principalmente dall’idea di portare la “vera” storia di Pinocchio come ci viene raccontata da Carlo Collodi ad un pubblico estero, ormai abituato solo alla versione fatata presentatagli dal film Disney, lo spettacolo è diventato un inno al lutto, all’abbandono, col pensiero che forse la storia del burattino sia una fantasia di un uomo anziano rimasto solo. L’opera è infatti caratterizzata da toni tetri, affiancati da assurdità e umorismo, che la inseriscono nel genere della commedia nera. Nell’edizione proposta a Londra viene proposta una riflessione sulla sessualità di Pinocchio e la sua incompetenza nel rimanere dentro un corpo che non sente suo imparando a conviverci. Goodbye Mr. G, la versione ultimata in italiana dello spettacolo, che debutterà a gennaio al Roma Fringe Festival, rende protagonista la figura di Geppetto, un genitore single, dedito a crescere una figlia spesso vittima di droghe, violenza sessuale ed omofobia. I personaggi di Geppetto e Pinocchio perdono il loro nome, in quanto starà al pubblico cogliere il parallelo con le vicende de Le Avventure Di Pinocchio. LA SINOSSI Il pubblico viene invitato a porgere ossequio alla veglia funebre del signor G. A causa del suo stato sociale non aveva molte amicizie, ciò nonostante guidati dalla noia alcuni abitanti del paese si presentano. Padre Grillo inizia la sua eulogia ed invita i partecipanti a condividere un racconto sul defunto. Veniamo così catapultati nell’immaginario del Signor G tra un racconto e l’altro: il prete è visto come un insetto schiacciato dalla propria figlia ribelle che veste i panni di un burattino testardo, due venditori come animali crudeli che la faranno cadere in tentazione delle droghe per poi abbandonarla impiccandola ad un albero, che si prende cura di lei ad un centro di riabilitazione come un fata turchina. I ricordi del signor G sono spesso mescolati a questa fantasia e spesso contraddetti dai presenti al funerale. Sarà il monologo finale della figlia stessa a far luce sui veri sacrifici che il padre ha fatto.

Visualizza la scheda completa su SONAR