Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Stavolta e mai più

Tedacà

regia Simone Schinocca, Edoardo Palma

anno 2019

attori Elio D’Alessandro

scheda artistica
“La crisi, tutti a parla’ di ‘sta crisi, dei tempi difficili: i telegiornali, la gente al bar, pure mio padre che sta sempre a di: eh, non ci stanno più i soldi… madonna che palle! Niente più soldi proprio mo’ che io tengo vent’anni!? No, a me non mi interessa: io mi voglio divertire lo stesso!” LO SPETTACOLO “Stavolta e mai più” è un monologo teatrale interpretato da Elio D’Alessandro e tratto dal racconto “Come il ghiaccio coi cocktail” di Emanuele Gaetano Forte, con la regia di Simone Schinocca ed Edoardo Palma. Estate, sabato sera alla pineta. Michele ha vent’anni e un’estrazione proletaria. Quella sera, per permettersi i cocktail, le scarpe, gli scooter, le camicie e tutto ciò che invidia ai suoi coetanei di diversa estrazione sociale, 2 decide di vendere le collanine della comunione e partire alla volta di Napoli per investire il ricavato in fumo da spacciare. Una storia semplice o per lo meno abbastanza frequente. Quello che lo spettacolo vuole raccontare è tutto ciò che sta dietro una vicenda come questa, lo scarto tra i due universi che vi si scontrano. Da un lato il mondo delle berline basse, delle ragazzine sui tacchi e degli aperitivi sulla spiaggia al tramonto: un mondo da spot pubblicitario, da ammirare in lontananza, che fa esplodere i bisogni. Dall’altro il mondo reale, quello in cui la benzina costa più di 1 e 70 al litro, dove un pacchetto di sigarette costa 4 euro e 50, dove una camicia di lino Harmont & Blaine costa 150 euro e «tua madre dopo che te l’ha comprata ti dice: stavolta e mai più…». Elio D’Alessandro - unico attore in scena - racconta proprio questo, calando lo spettatore, oltre che in una storia, in un contesto nel quale i messaggi ossessivi cambiano le prospettive e le proporzioni della realtà. Uno spettacolo pop, in tutti i sensi, che delinea il contrasto tra la vita vera e quella solo immaginata.

Visualizza la scheda completa su SONAR