Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Canta e Vinci!

Compagnia Caterpillar

regia Alessandro Savarese

anno 2019

attori Luigi Aquilino, Michele Basile, Gaia Carmagnani, Ilaria Longo

scheda artistica
Qual è la tentazione più subdola del XXI secolo? Betty e Luca sono due ragazzi, 24 anni lei e 25 lui, fidanzati. Betty ha il sogno di fare la cantante, mentre Luca, neo-laureato in lettere, sta cercando con poca fortuna lavoro. Betty per tradizione e scaramanzia porta ad ogni provino il suo amuleto Luca, cui chiede di leggere l’oroscopo del noto astrologo Angel Joy, che lei idolatra e alle cui previsioni crede ciecamente. Quando i due lo incontrano, Luca lo convince a predire a Betty un futuro scintillante e la ragazza, ignara della richiesta del fidanzato, decide di partecipare al talent show "Canta e Vinci!". Per poter vincere ha bisogno di costruire una nuova Betty, che possa conquistare il favore del pubblico e della giuria. Ma qual è la vera Betty? A chi appartiene? Ad uno spazio domestico fatto di silenzi, di amore e di verità nascoste, o ad una finta realtà dove vince chi fa più rumore, chi si toglie tutti i vestiti ed inizia a sfilarsi anche la pelle? Il pretesto narrativo per il racconto è nato da una rilettura del Macbeth di W. Shakespeare come storia sui pericoli dell'ambizione, su cosa si è disposti a fare per realizzarsi e sulla fiducia che riponiamo, per deresponsabilizzarci, in chi fa previsioni sulla nostra vita. La trama di "Canta e Vinci!" si discosta quasi totalmente dal Macbeth, ma c'è un elemento che accomuna i due anti-eroi: entrambi rinunciano a ciò che hanno per costruire la vita che hanno immaginato, ed entrambi perdono tutto. "Canta e Vinci!" ha un finale amaro, senza speranza: non abbiamo una risposta alla sfida della nostra generazione di trovare un posto nel mondo. Betty perde la finale e ritorna una tra le tante X, che questa volta però non indica il fattore X, il gene del talento, ma la X con cui si firmavano gli analfabeti. Quando Betty perde, la storia non finisce. Siamo noi che “cambiamo canale” spostando l'attenzione sulla storia di un'altra X, un'altra ragazza che cerca di seguire la sua strada. Sarà questa ragazza a vincere il talent, benché non abbia nulla in più o in meno di Betty, non sappiamo nulla di lei. Adesso ha i riflettori addosso, chissà per quanto. La musica gioca un ruolo fondamentale e si muove all'interno del repertorio anni '70: Led Zeppelin, Rolling Stones, Pink Floyd, Queen, Lucio Dalla, Sex Pistols ma anche Cochi e Renato. Un panorama sonoro che appartiene ai nostri genitori ma anche a noi, che accomuna e mette d'accordo tutti, vero ponte tra le generazioni. I Rolling Stones nel 1969 cantavano You can't always get what you want (Non puoi avere sempre quello che vuoi), una intuizione forse di quel messaggio che non sembra essere arrivato alla nostra generazione.

Visualizza la scheda completa su SONAR