Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

La Supercasalinga

ROBERTA PAOLINI

regia PHILIP RADICE, ROBERTA PAOLINI

anno 2019

attori ROBERTA PAOLINI

scheda artistica
Può l'apparizione di un'orrenda macchia sconvolgere la vita di una persona? Sì, se questa persona è LA SUPERCASALINGA: lei, cresciuta seguendo gli opprimenti insegnamenti della madre, ha appreso ogni segreto in fatto di cura della casa, ordine e disciplina, condensando in sé millenni di sapienza casalinga. Nonostante i potenti mezzi e la grinta da vendere, LA SUPERCASALINGA dovrà attingere ad ogni sua risorsa per sconfiggere la macchia. La battaglia non si presenta facile perché non si tratta di una macchia qualunque ma la più difficile, ostinata e imbattibile fra tutte. Uno spettacolo comico che utilizza il teatro fisico, il clown e una buona dose di follia per trascinarvi dentro una classica avventura da supereroi con tanto di sigla, effetti speciali e colpi di scena. La pièce racconta, con intelligenza e ironia, la storia di un incontro inaspettato e sconvolgente, uno di quelli che ti cambia la vita dopo averti provocato emozioni mai provate prima.  Una storia un po' bizzarra che fa scoprire, anche attraverso fantasiose trasformazioni degli oggetti, la voglia di vivere e di divertirsi insita anche nelle persone apparentemente più chiuse e scontrose, succubi spesso di genitori perfezionisti, pretenziosi e autoritari, ma che nasconde anche spunti di riflessione per ognuno di noi: quanto ci si nasconde dietro e dentro alle abitudini? Quanto l’imprevisto è occasione di cambiamento? Quale è il momento per ribellarsi e vivere autonomamente la propria vita e fare le proprie scelte? La Supercasalinga è uno spettacolo di teatro fisico comico in cui la "parola" lascia il posto al linguaggio del corpo e alla sua comunicatività mimica e per questo è raccomandato a tutti, bambini e adulti.   Un "SOLO" al femminile, storia di un personaggio assurdo, esagerato, una macchietta in cui ognuno di noi in realtà può riconoscersi con le proprie ossessioni e abitudini; una solitudine mascherata grazie a mille impegni, "mestieri", doveri e un brutto brutto carattere che altro non è se non una difesa dalle burla che il mondo intero riserva a chi non è "perfetta", "bella", "simpatica", "di successo". La miglior arma è "aggredire". Aggredire lo sporco come chi non ci accetta. Uno spettacolo comico psicologico che fa riflettere, ridendo, e senza alcun bisogno di parole.

Visualizza la scheda completa su SONAR