Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

SALVO

Irgendwo Teatro

regia William Pagano

anno 2018

attori William Pagano

scheda artistica
Una famiglia particolare ma più comune di quanto si immagini. Un contesto difficile in cui Salvo ha sviluppato una patologia mentale; un bel giorno riceve una notizia: la Asl di competenza è riuscita ad inserirlo in un contesto di “lavoro protetto”, una cooperativa di pulizie a Prato. Ecco che per lui inizia una nuova vita, che lo costringe ad una maggiore concretezza: il dover uscire, confrontarsi con una realtà lavorativa spesso faticosa, con i colleghi, l’entrare in contatto con la estesa comunità cinese, così diversa e refrattaria alla nostra, che prima lo incuriosisce, poi lo affascina ed infine lo coinvolge fino a stimolarne l’immaginazione… La “CHINA TOWN” di Prato, la più grande comunità cinese d’Italia, fa da sfondo al monologo di un ragazzo turbato, affetto da disabilità mentale che, come in una sorta di terapia di gruppo, si racconta e svela il proprio mondo interiore. Salvo, naif e puro, si sente spiazzato, disorientato nella realtà quotidiana e, come un burattino, si ritrova ad essere “agito”, in famiglia e fuori, da forze estranee a lui: e allora marcia come un soldatino, obbedisce a regole e modalità stabilite di cui non conosce ragione ma a cui sottostà. Solo i Cinesi danno alla routine un guizzo di novità, incuriosendolo con i loro modi schivi, la loro lingua, le loro usanze, la loro cultura millenaria. In scena un attore e una sedia. E’ il corpo dell’attore che, muovendosi, differenzia spazi e situazioni. La nuda stanza è il luogo in cui, come nella mente del protagonista, si animano personaggi reali e immaginari. L’uso delle luci scandisce la narrazione. Il risultato è il racconto tragicomico sulla fragilità di un individuo e la sua inadeguatezza al mondo, inadeguatezza in cui tutti possiamo riconoscerci, assorbiti come siamo in una realtà di cui spesso ci sfugge il significato.

Visualizza la scheda completa su SONAR