Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Roi la tentazione dell'abisso

Scarpaccia Teatro

regia Mauro Maggioni

anno 2019

attori Fausto Marchini

scheda artistica
liberamente ispirato a Il deserto dei tartari e Il Colombre di Dino Buzzati e La linea d’ombra di Joseph Conrad. ″Impenetrabile e senza cuore il mare non ha dato niente di se stesso a coloro che ne hanno corteggiato i precari favori.″ Joseph Conrad Stefano Roi, protagonista del racconto, abbandona la sua vita agiata e tranquilla, per il mare. In un rapporto di odio-amore, passerà tutta la sua esistenza cercando di sfuggire al Colombre. Il Colombre è uno squalo tremendo e misterioso che, una volta individuata la sua vittima, la insegue ostinatamente finché non riesce a divorarla. In Roi sono presenti i temi del passare del tempo, della vacuità della vita e dell’attesa, che emergono anche attraverso elementi simbolici e fantastici. Il mare fa da sfondo a tutto il racconto racchiudendo in sé le passioni tempestose dell’uomo, quali la tentazione del’abisso, del pericolo e dell’ignoto.

Visualizza la scheda completa su SONAR