Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Lisa

Teatro Pedonale

regia Michele Mariniello

anno 2018

attori Adriana Bagnoli

scheda artistica
In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci ci siamo immaginati un'altra storia, un'altro modo di raccontare il genio. Con ironia e forza Monna Lisa racconta di sé e della sua storia avventurosa di icona indiscussa, e di Leonardo, genio incostante e dilettante. Lo spettacolo è un monologo a due voci, di una Monna Lisa immaginata al momento del ritratto, davanti a Leonardo: i due si studiano, si avvicinano, si raccontano, vivono di fronte a noi l’istante irripetibile di essere occhi negli occhi. L'istante della vita e dell'arte insieme. Leonardo è convocato lì, la voce di Lisa attraversa la scena e lo chiama guardando dritto negli occhi gli spettatori. Lisa occupa la scena, ma è Leonardo che le dà consistenza, a lui la donna si consegna lentamente, così come l’attrice si consegna al suo pubblico. Come mi vuoi, Leonardo? La prima scena si consuma dentro la folle girandola di Lisa che, nel quasi spettrale studio leonardesco, tra radiografie appese alle pareti e animali sezionati sotto i tavoli, e una musica tesa a sottolineare una sorta di glaciale, strana compostezza del luogo, chiede al maestro come vuole che appaia in questo quadro che lui sta dipingendo per volere del marito di lei. Una scrittura concreta e lirica insieme che riportano il teatro al luogo del racconto e delle rivelazioni: dopo un continuo e frenetico balletto intorno agli abiti di scena, in modo quasi impercettibile e lento accade lo smascheramento della donna e, insieme, avviene lo stesso per Leonardo. Il rapporto tra Lisa e Leonardo è di quelli che bruciano in fretta le apparenze: lo sguardo del pittore attraversa l’anima di una donna che non si riconosce nel ruolo che le vorrebbero affidare. E via alle interpretazioni, alle Gioconde deturpate, alla psicologia dei sorrisi, all'arte delle icone e ai miti... ma Lisa e Leonardo sono le due facce di una stessa medaglia, quasi un unico cuore che apparirà in tutta la sua luce e in tutta la sua ombra alla fine di questo lungo, appassionato monologo teatrale.

Visualizza la scheda completa su SONAR