Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Disco Pigs

Chiara Callegari

regia Chiara Callegari

anno 2017

attori Marco Cacciola Arianna Pozzoli

scheda artistica
IL TESTO Scritto nel 1996 dall’irlandese Enda Walsh, Disco Pigs consacra il suo autore come uno dei più giovani e promettenti drammaturghi contemporanei. Un testo travolgente al confine tra commedia e tragedia che attraverso una narrazione inarrestabile e il susseguirsi tortuoso di quadri, ritrae la rabbia e l’estrema tenerezza di una generazione alla sbando. Pig (Maiale) e Runt (Maialina), all’anagrafe Darren e Sinead, sono i due giovani protagonisti. Nati a Blackpool, sobborgo di Cork City, noto per le distillerie e la produzione di bacon, hanno imparato fin da bambini a grugnire e abbuffarsi. Ora adolescenti, intrappolati nella lurida tinozza, urlano diverso dagli altri, contro gli adulti e il mondo che se ne frega. Unico conforto rintanarsi in un mondo immaginario fatto di assordante musica disco, corse allucinate, alcool e violenza, di cui a dispetto di tutto e di tutti, sono Re e Regina. Ma, a diciassette anni, il gioco della finzione inizia a traballare sotto i colpi di domande martellanti. Di che colore è l’amore? Cosa vogliamo essere? Rimanere e accontentarci o fuggire incontro all’ignoto? e si aprono voragini. NOTE DI REGIA La situazione dei due ragazzi irlandesi, non è molto diversa da quella di molti giovani nati nelle periferie italiane. Ragazzi con poche risorse, a cui non vengono offerte prospettive né futuro. Messi al mondo per crescere, consumare e riprodursi. Vera carne da macello per la nostra società. Da qui l’idea di trasformare Blackpool, la “lurida tinozza” del testo, in una porcilaia. Terra e secchi di metallo come unici elementi scenografici. Come Pig e Runt giocano con la fantasia per sfuggire allo schifo che li circonda, così i due attori trasformano e ritrasformano i pochi elementi a disposizione per costruire altri mondi in cui immergersi con gli spettatori. Non solo ai giovani si rivolge questo spettacolo. Nei sogni infranti dei diciassettenni irlandesi infatti risuonano la rabbia e la frustrazione dei ventenni, trentenni e quarantenni italiani. Ecco perché coinvolgere due attori di età diverse: la ventenne Arianna Pozzoli e il quarantenne Marco Cacciola. Uno spettacolo che parla alla pancia e al cuore di un pubblico vasto e che unisce le voci di quanti sono pronti a lottare per costruire il futuro che sognano.

Visualizza la scheda completa su SONAR