Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Era tuo padre

caracò'

regia Carlo Caracciolo

anno 2018

attori Irene Grasso Alessandro Gallo Luigi Credendino Marco Ziello

scheda artistica
È la storia di Camilla e dei suoi fratelli Giosuè e Alberto, sangue dello stesso sangue, figli di un imprenditore campano emigrato, su al nord, sulla via Emilia. Un camaleonte della moderna camorra che riesce in pochi anni a sostituire gli abiti sporchi di calce per indossare un colletto bianco e vivere il nord attraverso banche, aziende di intermediazione finanziaria, appartamenti di lusso e gioco d’azzardo. Questa è la storia di una mafia bulimica che ha divorato il nord lasciando un territorio spaesato, confuso, incredulo e omertoso. Quella stessa omertà che negli anni passati sembrava fosse un’esclusiva del meridione ma che al contrario con Don Alfonso e le tante storie di ordinaria mafiosità ci raccontano tutt’altro settentrione. Era tuo padre è la storia di un padre in fuga e di tre figli chiamati in causa nel prendere una scelta che potrà segnarli per tutta la vita: difendere o rinunciare all’impero criminale del capofamiglia. Giosuè e Alberto hanno le idee ben chiare: proseguire nella scalata verso il successo camorrista, difendere gli affari sul gioco d’azzardo, i loro beni, le loro aziende ma soprattutto nascondere in parte la verità alla sorella Camilla. Camilla è esausta di doversi portare sulle spalle il peso di tutto il male di cui il padre è protagonista, vuole collaborare, vuole raccontare agli inquirenti la geografia criminale che Don Alfonso ha disegnato con l’aiuto dei fratelli e questa sua scelta sarà per Giosuè, Alberto e i vertici del clan un pericoloso ostacolo. La giovane ragazza sarà costretta a scappare per poi ritornare e sfidare il suo passato con determinazione e fame di giustizia, trovandosi così in una guerra contro il padre, una guerra che gli altri faranno con armi ben affilate provando a lasciare ferite profonde sul copro e nella mente della sorella.

Visualizza la scheda completa su SONAR