Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Amleto Via!

Proscenio Soc. Coop.

regia Roberto Valentini

anno 2017

attori Roberto Valentini

scheda artistica
Amleto è il testo teatrale di William Shakespeare più conosciuto. “Essere o non essere questo è il problema” chi nella propria vita non l’ha pronunciato almeno una volta? Il mio pensiero e voglia di cimentarmi con questo testo di assoluto spessore risale al 2006, quando nasce lo spunto di poterlo portare in scena, sottoforma di dialogo interiore, un soliloquio immerso nel non luogo teatrale. Il testo è stato, letto e riletto, trascritto, smontato, cancellato, rivisto, arricchito da frasi esterne, ma perfettamente amalgamabili all’opera di William Shakespeare. Ci sono stati mesi e anni di pause dove mi sono disinteressato, e nel disinteressarmi che il mio Amleto prende forma, sempre presente nella mia mente, lo intravedo, prima sfuocato, poi con in passare del tempo diventava sempre più nitido fino alla stesura finale che mi ha convinto a portarlo in scena, in una lettura che mantiene inalterata la forza del testo ma ne restituisce una nuova immagine. Amleto è fisicamente solo, i personaggi non esistono, sono stati già liquidati dalla scena. La scenografia minimalista, oggetti che circondano il solitario Amleto chiuso nella sua simulata follia, alla ricerca della verità e vendetta, gioca con le parti che assegna a se stesso: innamorato, vendicatore, cinico, ingenuo, pazzo, saggio, si reinventa di continuo, spaziando dalla brutalità dei gesti, all’intelletto della parola. Sempre in disquilibrio fra realtà e la pazza irrealtà, facendo nascere il dubbio sul suo essere o non essere; un dubbio che resterà tale che non troverà risposta in se stesso, mentre lo spettatore ha la libertà di pensare e credere a ciò che rende tale il proprio pensiero. Amleto no! Non trova risposte. E’ condannato nell’inconsapevole dubbio, nel sogno della realtà, o della finzione, i suoi pensieri sono veri, oppure è immaginazione, dove è Amleto, è veramente li, è lui, o forse anche la sua personalità è in dubbio? Che cosa resta allora nel dubbio, il gioco, la follia, il disincanto, cosa può fare Amleto per liberarsi dal dubbio che lo assale? Deve bandire i suoi pensieri, liquidare se stesso. Amleto…via, via! Roberto Valentini

Visualizza la scheda completa su SONAR