Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

La consuetudine frastagliata dell'averti accanto

ipoliakov

regia Daniele Pilli - Claudia Vismara

anno 2018

attori Claudia Vismara - Daniele Pilli

scheda artistica
Il fatto è che per morire ci vuole un attimo. Due passi, una risata, l’asfalto, la luce; e il fischio; il fischio della gomma che si trascina e si consuma contro il suolo. Poi le lamiere, certo. Tanto per consegnare a conoscenti e spettatori un’immagine fragorosa. In ogni caso ci vuole un attimo. Non di più. Ma se è vero che la vita – intesa come lasso trascurabile – non ha né un prima ne un dopo; se è vero che l’esistenza è una valigia vuota nella quale, un po’ disperatamente, sistemiamo i nostri abiti, cercando di fare spazio proprio a tutto; se è vero che si viaggia, tutti noi, su un treno dal quale, soprattutto, non si può far altro che scendere; è anche vero che il tempo è una convenzione del tutto arbitraria. Elia sa bene cosa sta per vedere. Quanto meno lo intuisce. Ne sente anche il peso. Non una responsabilità diretta, per carità. Ma un contatto, questo si; un contatto con qualcosa che tra poco – tra un attimo – non avrà un dopo e non avrà un fiato e non avrà un fine. “La consuetudine frastagliata dell’averti accanto” racconta la storia di una coppia che non ha fatto in tempo ad essere tale. Ma che esiste come possibilità, come ipotesi, come alternativa di resistenza sentimentale orgogliosamente contrapposta alla crudeltà degli eventi.

Visualizza la scheda completa su SONAR