Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Mastro Riciclo

Compagnia Teatrale Oltreunpo'

regia Michela Marongiu ed Elena Martelli

anno 2016

attori Michela Marongiu Elena Martelli

scheda artistica
Quando cala la notte in un piccolo paese di collina, un artigiano molto strano si aggira tra i bidoni dei rifiuti di tutte le case. Potrebbe essere un senza tetto in cerca di qualcosa da mangiare? Se fosse così, chiunque in paese non esiterebbe ad offrirgli una ricca cena. Ma lui si affanna a ravanare in ogni bidone per accaparrarsi solo oggetti all'apparenza inutili, che andrebbero buttati. Gli abitanti in subbuglio non sanno più cosa pensare, credono che sia solo un pazzo, uno di cui diffidare. Tutti lo credono, tranne Ludovica. Una bimba che non vede l’ora di svelare qualche mistero e che da grande farà l’investigatrice. Sarà lei a scoprire che quest’artigiano, dal buffo nome Mastro Riciclo, di giorno vive chiuso nel suo piccolo laboratorio, mentre di notte, aggirandosi per le strade del paesino, rovista tra i rifiuti, portando con sé lattine, bottiglie di vetro, di plastica e altri rifiuti di diverso tipo. Con l’aiuto del Mastro, Ludovica scoprirà un'arte di cui non conosceva neanche l'esistenza: l’arte del riciclo creativo! Imparerà come creare un binocolo da dei rotoli di carta igienica finiti, un porta gioielli da una semplice confezione di uova e addirittura dei mobili nuovi fai da te. Ma conoscerà anche la storia del Mastro, costretto a scappare dalla sua terra natia. Una terra vittima del progresso più spietato, nella quale venivano costruite fabbriche a non finire e persino un inceneritore. Una terra dove tutta l’agricoltura è stata distrutta dall’inquinamento e che il Mastro ha visto pian piano morire. Ludovica, dopo aver scoperto le magie create dal Mastro, ha solo un piano nella testa: far conoscere a tutti gli abitanti del suo paese il lavoro del Mastro e convincerli che, riciclando, il paese sarà più pulito e sempre più bello. Riuscirà Ludovica a piantare un piccolo seme nel cuore di tutti? Lo spettacolo si pone l'obiettivo di portare i bambini a riflettere sulle conseguenze dell'inquinamento nel mondo odierno e sull'effetto pericoloso che i rifiuti hanno sull'ambiente che li circonda, ma soprattutto vuole mostrare loro un'alternativa possibile e concreta nel riciclo creativo.

Visualizza la scheda completa su SONAR