Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Doppi sensi. Il gioco delle parti

Compagnia Trasfigura

regia Serena Gotti

anno 2018

attori Federico Nava e Alice Laspina

scheda artistica
Doppi sensi è uno spettacolo comico e grottesco che guarda al femminile e al maschile dal punto di vista più nascosto del nostro corpo: il pene e la vagina, innominati durante tutto lo spettacolo, pure presenze che nulla hanno a che vedere con la volgarità del linguaggio di cui spesso vengono fatti prigionieri. I due protagonisti si ritrovano per caso e per necessità uniti in una battaglia corpo a corpo, giocata in casa, con qualcuno che da sempre li guarda dall'alto, giudicandoli e mascherandoli agli occhi del resto del mondo: il cervello. Un conflitto quotidiano senza nemici dichiarati o improbabili alleanze. Un gioco di potere tra le parti del corpo in cui, alla fine, ognuno potrà fare solo la sua parte. Che cosa avranno da dirci il Pene e la Vagina? La loro storia parte da origini lontane e fantastiche quando Pene vagabondava in cerca del suo posto nel corpo e Vagina aspettava un compagno con cui condividere la sua gioia, per poi posare uno sguardo ironico e malinconico sul presente in un organocosmo attraversato da flussi sanguigni, fluidi trasparenti, invidie, gelosie, sogni e grandi progetti. Vogliono dire la loro così, su due piedi, senza peli sulla lingua, giocando con le parole umane e tutta la buffa realtà umana in una realtà parallela e assurda. Vogliono raccontare i complicati rapporti con gli altri organi di stato (il loro stato, s'intende), rivendicare diritti da sempre calpestati e coltivare il loro sogno di un corpo in cui anche loro possano condividere con “i piani alti”, gli organi deputati al pensiero e all'emozione, una parte del potere.

Visualizza la scheda completa su SONAR