Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Un pallido puntino azzurro

Teatro dei Limoni

regia Roberto Galano

anno 2018

attori Roberto Galano

scheda artistica
"H3+ è lo ione triatomico di idrogeno, ed è l'elemento chimico alla base dell'Universo. Tutto nasce da questa molecola: le stelle, le galassie, l'acqua. La vita. Esplorare l'Universo, quindi, significa esplorare una parte di se stessi. Nel suo viaggio spaziale verso Giove e Saturno, il Maggiore Franchino Accatagliato, uomo per cui la vita era sempre stata troppo paurosa da vivere, scopre il proprio mondo: un pianeta che, in effetti, aveva sempre misconosciuto." Un pallido puntino azzurro, opera finalista alla 54a edizione del Premio Riccione - "Pier Vittorio Tondelli" 2017, è un monologo scritto da Christian di Furia. Il testo propone un racconto di genere fantastico che, giungendosi necessariamente a un rigoroso approfondimento di alcuni temi scientifici (nella fattispecie, astronomici e astrofisici), narra le vicende di un singolare astronauta. Italo Calvino, Raymond Queneau, Jorge Luis Borges, Primo Levi, sono soltanto alcuni rappresentanti, certo per la letteratura narrativa, di un particolare approccio creativo che ha da sempre tratto stimoli dalla combinazione tra fantasia e scienza al fine di analizzare gli aspetti dell'animo umano. Riflettendo dunque sugli insegnamenti di queste guide, Un pallido puntino azzurro è una drammaturgia che aspira a calare nella magica scatola teatrale il percorso umano di un personaggio, trasfigurando lo spazio infinito in un viaggio avventuroso.

Visualizza la scheda completa su SONAR