Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Spietati

Re per una notte

regia Mario Gonzalez

anno 2018

attori Nicola D'Emidio, Andrea Perotti

scheda artistica
Cosa può succedere quando due uomini decidono di incontrarsi per via di una donna? Una donna che è moglie del primo e amante del secondo? Achille Vilardi, scrittore ricco e famoso, invita nella sua villa Charlie Burber, attore squattrinato e nuovo amante di sua moglie, Caterina. Vilardi si dichiara completamente disinteressato a riconquistare la donna. La sua preoccupazione sembra, piuttosto, che la precarietà economica del rivale possa portare Caterina, abituata ormai ad uno tenore di vita ben elevato, a tornare sui suoi passi. Propone, perciò, a Burber, di aiutarlo a truffare la propria assicurazione, mettendo in scena il furto dei gioielli che egli conserva in cassaforte, per poi dividersene il ricavato. Dopo qualche titubanza Burber accetta, ma sembra che il vero piano dello scrittore sia un altro. Tra imbrogli, travestimenti e colpi di pistola, veri o presunti, Spietati mette in scena un confronto vivace, divertente e a tratti drammatico: una riflessione sul gioco, sulla menzogna e sul limite che l’uomo è disposto a superare una volta abbandonata la sua dignità. Prende vita, così, il confronto tra due uomini. Un confronto frizzante e arguto, dove gli equilibri sembrano sempre vacillare, in attesa del punto di svolta. Tutto è in bilico tra la natura subdola e ambigua dei personaggi e l’aspetto grottesco e insolito della vicenda nella quale sono inseriti. Ciò che ne deriva non è che una battaglia senza scopo, uno scontro che nasce da un inconsistente sentimento di rivalsa, ma che finisce ben presto per confondersi con una lotta di supremazia, un gioco squallido e perverso, dal quale non si esce né vinti, né vincitori, ma solo umiliati.

Visualizza la scheda completa su SONAR