Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Luca Luna

TEATRO EX DROGHERIA & CO.

regia Sara Pessina

anno 2018

attori Davide Rustioni

scheda artistica
Se ti chiami Luca, hai 7 anni e ti hanno sempre detto che i tuoi genitori sono sulla Luna, l’unica cosa che desideri fare è rivederli e l'unico modo è dare inizio al Viaggio! Come si fa ad andare sulla Luna? Serve un’astronave. Come si fa a sopravvivere sulla Luna? Bisogna allenarsi a trattenere il fiato. Siamo nella camera da letto di Luca e il viaggio sta per avere inizio. Assistiamo ai preparativi, ai giochi, ai progetti, alle scoperte del piccolo astronauta che cerca i suoi genitori sulla Luna. Progetta, parla ad alta voce, dialoga con un pubblico immaginario riporta conversazioni avvenute in altri luoghi per comprendere, per capire questo Viaggio fino a dove lo porterà. Viaggio come a grande metafora dell’assenza, del distacco, della vita e della morte, ma solo alla fine la “mappa” viene svelata e il vero Viaggio può iniziare. Guidato da un “Luca Grande” che un'astronave ce l'ha per davvero! Luca Luna è un monologo di teatro infanzia che si destreggia tra il teatro d'attore, il teatro d'ombra, la recitazione naturalistica, la recitazione grottesca ed infine il video. Tutto è costruito come se fosse stato un bambino a farlo con materiale semplice e colori lunari; teli, corde, tappeti, scatoloni e materiale di riciclo. I giochi di luce sono spesso interni alla scena creando un magico mondo che si interseca con lo sviluppo della storia. I molteplici linguaggi utilizzati mescolano i piani di tempo e spazio, ma in una sviluppo lineare della trama. Uno spettacolo divertente e delicato, gioioso e giocoso che, attraverso un linguaggio immaginifico e potente come il teatro, è capace di parlare ai bambini della perdita per far comprendere loro (ma probabilmente anche a noi grandi) come trasformare il dolore e renderlo risorsa. È qui che inizia davvero il Viaggio. La perdita dei genitori è un argomento difficile da trattare, lo è in un dibattito fra esperti, figuriamoci a teatro. Eppure il Teatro Ex Drogheria con il suo “Luca Luna” riesce nell’intento. Lo spettacolo nella sua struttura complessiva (sia sotto il profilo recitativo che scenico) di disarmante e intensa semplicità sa parlare con convinzione ai bambini (ma, perché no, anche ai “grandi”) in modo coinvolgente, non scontato e lontano dalle melense stereotipie, dell’argomento, delicato, complesso e talora tabù, della morte. Sara Pessina, regista e autrice del testo, ben coadiuvata da un sobrio e poetico Davide Rustioni, riesce con eleganza di stile e una narrazione molto vicina al mondo del bambino, a rendere possibile questo viaggio, a parlare ai ragazzi della perdita per far comprendere come trasformare il dolore e renderlo risorsa. Ogni immagine, ogni piccola azione, ogni oggetto, ogni luce, si inquadrano in un puzzle scenico pulito, essenziale e mai banale, ben sostenuto, sul piano del ritmo, anche dal ricorso a diverse tecniche visivo-comunicative che vanno dalla recitazione, al teatro di figura, al multimediale. (Premio Experimenta)

Visualizza la scheda completa su SONAR