Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di Facebook per il diario. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la cookie policy Chiudi

Minimarket - a physical theatre game

O'Cipher Company

regia carlo compare

anno 2016

attori Chiara Crovetto Penelope Pezzotta Matteo Sala

scheda artistica
Presentazione Un’insegna riporta la scritta «aperto». Si attraversa la porta e si scopre un ambiente famigliare e caloroso, quello del minimarket dietro casa. Le commesse possono sembrare poco esperte, sicuramente maldestre e un poco distratte, ma il loro modo di condurre questo piccolo commercio di prossimità è decisamente affascinante. All’interno del piccolo negozio, si viene sorpresi da incontri inaspettati e si sorride di una giovane ragazza alle prese con i preparativi del proprio matrimonio, si evitano le mani rapide di un piccolo ladruncolo di caramelle, si sfiora la solitudine di un anziano signore che passa il proprio tempo a verificare le etichette delle conserve di pomodoro sugli scaffali, ci si nasconde dallo sguardo languido di un improbabile seduttore. Qui il mondo non si struttura sul ritmo dei grandi centri commerciali e non esiste solo nella logica dell’acquisto, ma si fa attraverso scambi minimi, sguardi, incontri reali tra le persone. Minimarket è l’invito a riscoprire la vita che scorre intorno a noi con uno sguardo infantile, leggero e curioso, ma consapevole, entusiasta, ma sempre attento. Il linguaggio utilizzato si configura come un mix di danza hip hop e contemporanea, teatro fisico e canto. Lo spettacolo è strutturato su cinque brevi scene, tutte ambientate all’interno di un minimarket, riflesso delle “épiceries” delle banlieu parigine. La volontà è quella di arrivare direttamente a costruire una relazione con il pubblico, a cui è affidato un ruolo attivo durante lo spettacolo, di cui decide la struttura e influenza positivamente o negativamente le sorti. Più precisamente, a inizio spettacolo, il pubblico viene informato che il negozio è sull’orlo del lastrico e che solo la scelta accurata dei clienti che si susseguiranno durante la giornata potrà permettere al proprietario di incassare a sufficienza per salvare l’attività almeno per un giorno. Questa scelta è affidata proprio al pubblico che, scena dopo scena, costruisce di fatto lo svolgimento dello spettacolo. Target Lo spettcolo è adatto a tutte le età, compresi bambini dai 6 anni. Poiché è uno spettacolo di teatro fisico, è facilmente fruibile anche da parte di pubblico non italofono.

Visualizza la scheda completa su SONAR